Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 18k
29 maggio 2018
E-002892-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-002892-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Ana Gomes (S&D) , Marisa Matias (GUE/NGL) , Maria Arena (S&D) , Michèle Rivasi (Verts/ALE) , Nessa Childers (S&D) , Jill Evans (Verts/ALE) , Lola Sánchez Caldentey (GUE/NGL) , Takis Hadjigeorgiou (GUE/NGL) , Patricia Lalonde (ALDE) , Ivo Vajgl (ALDE) , Bart Staes (Verts/ALE) , Miguel Urbán Crespo (GUE/NGL) , Ana Miranda (Verts/ALE) , Molly Scott Cato (Verts/ALE) , Marie-Pierre Vieu (GUE/NGL) , Izaskun Bilbao Barandica (ALDE) , Gilles Pargneaux (S&D) , Eleonora Forenza (GUE/NGL) , Judith Sargentini (Verts/ALE) , Martina Anderson (GUE/NGL) , Matt Carthy (GUE/NGL) , Liadh Ní Riada (GUE/NGL) , Lynn Boylan (GUE/NGL) , Jakop Dalunde (Verts/ALE) , Ernest Urtasun (Verts/ALE) , Josep-Maria Terricabras (Verts/ALE) , Javier Couso Permuy (GUE/NGL) , Julie Ward (S&D) , Neoklis Sylikiotis (GUE/NGL) , Anne-Marie Mineur (GUE/NGL) , Wajid Khan (S&D) , Xabier Benito Ziluaga (GUE/NGL) , Dennis de Jong (GUE/NGL) , Barbara Spinelli (GUE/NGL) , Malin Björk (GUE/NGL) , Sofia Sakorafa (GUE/NGL)

 Oggetto:  Scambi commerciali dell'UE con gli insediamenti israeliani
 Risposta scritta 

Vi sono forti prove giuridiche a sostegno del fatto che l'Unione europea e gli Stati membri, insieme e singolarmente, hanno l'obbligo, sancito dal diritto internazionale, di non commerciare con gli insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati, in quanto tali insediamenti sono illegali e violano le più importanti norme del diritto internazionale.

Un'analisi giuridica alla base di quanto esposto è stata pubblicata in una rivisita oggetto di valutazione inter pares ed è stata anche sottoposta alle istituzioni europee nel 2015 in una lettera aperta, firmata da più di 40 giuristi e da diversi giudici. Tuttavia, ad oggi l'Unione europea continua ad accettare gli scambi commerciali con gli insediamenti israeliani e, così facendo, viola gli obblighi che le incombono in virtù del diritto internazionale.

In risposta a una precedente interrogazione parlamentare sull'argomento, la Commissione aveva indicato che l'attuale politica riflette «l'interpretazione della Commissione della pertinente legislazione dell'UE», ma che il potere ultimo di interpretazione spetta alla Corte di giustizia.

Intende la Commissione chiedere formalmente alla Corte di giustizia dell'Unione europea di pronunciarsi sulla legalità, a norma del diritto internazionale e dell'UE, del commercio con gli insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati?

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2018Avviso legale