Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 18k
31 agosto 2018
E-004451-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-004451-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Laura Agea (EFDD) , Isabella Adinolfi (EFDD)

 Oggetto:  Interrogazione E-001684/2018 — Violazione della direttiva europea da parte della Regione Toscana per mancato assoggettamento alla valutazione d'impatto ambientale (VIA)
 Risposta scritta 

In merito all'interrogazione E-001684/2018, i progetti citati sono stati approvati dagli Enti competenti nelle sedute delle conferenze dei servizi il 22 e 23 marzo 2018, senza essere stati preventivamente sottoposti a verifica di assoggettabilità alla VIA di competenza regionale, che la legge prescrive per tutte le opere di regolazione dei corsi d'acqua, come da D. Lgs. 152/2006 art. 20.

Secondo l'Allegato IV, quale modificato dal D.L. 24/6/2014 n. 91 e convertito in L. 116 dell'11/8/2014, sono infatti sottoposte alla VIA tutte le «opere di canalizzazione e regolazione dei corsi d'acqua», e nei verbali della conferenza dei servizi non c'erano motivazioni per un'eventuale esclusione delle procedure della valutazione d'impatto ambientale.

Poiché la valutazione d'impatto ambientale era il presupposto per l'ammissibilità al finanziamento, come specificato al punto 5.3 del bando della sottomisura 8.3, non ritiene la Commissione che i due progetti non avrebbero dovuto essere ammessi al finanziamento?

La Regione vuole continuare a escludere molte opere idrauliche impattanti da queste valutazioni, come si legge nella delibera di Giunta regionale n.142 del 19/2/2018. Intende la Commissione verificare se la scelta della Regione di aggirare l'assoggettabilità alla VIA di tali opere sia compatibile con le relative norme europee?

Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2018Avviso legale