Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 20k
23 novembre 2018
E-004629/2018(ASW)
Risposta di Vytenis Andriukaitis a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-004629/2018

1. La Commissione non ha in programma una modifica del regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori(1) tesa ad indicare in etichetta se la carne separata meccanicamente (CSM) è stata ottenuta mediante trattamento a bassa o ad alta pressione. La Commissione ritiene che l'obbligo di etichettare l'uso di qualsiasi forma di CSM vada mantenuto per garantire che i consumatori siano informati sull'impiego della CSM in generale ed inoltre non è favorevole a introdurre disposizioni di etichettatura distinte per la CSM prodotta a bassa e ad alta pressione. La Commissione è pertanto del parere che le attuali disposizioni di etichettatura siano adeguate e non dovrebbero essere modificate.

2. Per quanto riguarda il tenore di calcio, la Commissione ha fissato nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 2074/2005(2) il tenore di calcio delle CSM di cui al regolamento (CE) n. 853/2004(3). L'allegato III, sezione V, capitolo III, punti 3 e 4, del regolamento (CE) n. 853/2004 opera una distinzione tra la produzione e l'utilizzazione di CSM ad alta pressione e di CSM a bassa pressione, il cui tenore di calcio non sia molto più elevato di quello delle carni macinate (in conformità dei requisiti di cui all'allegato IV del regolamento (CE) n. 2074/2005). I criteri per distinguere le CSM dalle carni macinate sono stabiliti nelle rispettive definizioni di cui al regolamento (CE) n. 853/2004.

3. A seguito della sentenza della Corte di giustizia europea nella causa C-453/13(4) del 16 ottobre 2014, la Commissione ha invitato tutti gli Stati membri ad adottare tutte le misure necessarie per attuare la legislazione in materia di CSM in conformità della sentenza e per garantire che la CSM sia opportunamente etichettata al momento della sua immissione sul mercato. Non è previsto l'aggiornamento della relazione sull'applicazione del regolamento (CE) n. 853/2004 per quanto riguarda la CSM.

(1)GU L 304 del 22.11.2011, pag. 18.
(2)Regolamento (CE) n. 2074/2005 della Commissione, del 5 dicembre 2005, recante modalità di attuazione relative a taluni prodotti di cui al regolamento (CE) n. 853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio e all'organizzazione di controlli ufficiali a norma dei regolamenti del Parlamento europeo e del Consiglio (CE) n. 854/2004 e (CE) n. 882/2004, deroga al regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio e modifica dei regolamenti (CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004 (GU L 338 del 22.12.2005, pag. 27).
(3)Regolamento (CE) n. 853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale (GU L 139 del 30.4.2004, pag. 55).
(4)https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A62013CA0453

Ultimo aggiornamento: 26 novembre 2018Avviso legale