Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 18k
11 dicembre 2018
E-006220-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-006220-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Mercedes Bresso (S&D) , Luigi Morgano (S&D) , Brando Benifei (S&D) , Alessia Maria Mosca (S&D) , Cécile Kashetu Kyenge (S&D) , Daniele Viotti (S&D) , Renata Briano (S&D) , Damiano Zoffoli (S&D) , Isabella De Monte (S&D) , Patrizia Toia (S&D) , Paolo De Castro (S&D)

 Oggetto:  TAV

Il governo italiano ha unilateralmente affidato a una commissione il compito di valutare la realizzazione della linea ad alta capacità Torino-Lione (corridoio mediterraneo), tramite un'analisi costi-benefici. La linea fa parte delle TEN europee ed è stata già oggetto di valutazioni di impatto, da parte di istituzioni europee e nazionali, a seguito delle quali è stato ratificato un trattato e la realizzazione dell'opera ha preso avvio. La Commissione europea ha finanziato il 40 % della tratta internazionale.

Per rimettere in discussione un trattato si devono coinvolgere nella nuova valutazione tutti i soggetti interessati e si dovrebbe ottenerne il consenso attraverso il loro opportuno coinvolgimento in quanto partner nella realizzazione (Francia) e promotori e finanziatori (Commissione europea).

Alla luce di quanto precede può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:
1) Ritiene che l'istituzione di tale commissione di valutazione sia legittima?
2) È stata coinvolta in detta valutazione? In caso di risposta negativa, intende chiedere l'inserimento di un suo esperto per rappresentarla nella valutazione?
3) Quali iniziative ha preso, o intende prendere, per assicurare il rispetto dei generali interessi europei nella realizzazione dell'opera?
Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2019Avviso legale