Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 25kWORD 20k
28 marzo 2019
E-000378/2019(ASW)
Risposta di Karmenu Vella a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-000378/2019

Conformemente all'articolo 6, paragrafo 3 della direttiva «Habitat»(1), spetta alle autorità nazionali valutare caso per caso se un determinato progetto possa avere ripercussioni negative di rilievo su un sito Natura 2000, tenuto conto degli obiettivi di conservazione, e autorizzare il progetto solo una volta accertato che questo non inciderà negativamente sull'integrità del sito. Nel caso in cui le autorità nazionali riscontrino che un progetto avrà ripercussioni negative sul sito, potrebbero comunque autorizzarlo se sono soddisfatte le condizioni per la deroga stabilite nell'articolo 6, paragrafo 4 della direttiva Habitat.

La Commissione osserva che il progetto cui fa riferimento l'onorevole deputato(2) è ubicato al di fuori dell'area Natura 2000 ITA090014 «Saline di Augusta»(3). Tuttavia, qualora per il sito in questione dovessero verificarsi effetti negativi indiretti del progetto, le autorità nazionali sono tenute a seguire la procedura di cui sopra. In base alle informazioni disponibili, il progetto è stato sottoposto a una valutazione di impatto ambientale da parte delle autorità italiane ed è stato escluso qualsiasi impatto negativo significativo sul sopracitato sito Natura 2000.

In generale, per aiutare le autorità degli Stati membri ad affrontare le sfide legate alla necessità di conciliare lo sviluppo portuale con la protezione della natura, la Commissione ha elaborato orientamenti settoriali sull'attuazione delle direttive Uccelli e Habitat negli estuari e nelle zone costiere, con particolare attenzione allo sviluppo dei porti e al dragaggio(4).

(1)Direttiva 92/43/CEE del Consiglio, del 21 maggio 1992, relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche, Gazzetta ufficiale n. L 206 del 22/07/1992, pag. 7-50.
(2)http://ww2.gazzettaamministrativa.it/opencms/opencms/_gazzetta_amministrativa/amministrazione_trasparente/_sicilia/_autorita___di_sistema_portuale_del_mare_di_sicilia_orientale/110_ban_gar_con/020_att_amm_agg_pro/2018/Documenti_1534943683440/
(3)http://natura2000.eea.europa.eu/Natura2000/SDF.aspx?site=ITA090014
(4)http://ec.europa.eu/environment/nature/natura2000/management/docs/Estuaries-EN.pdf http://ec.europa.eu/environment/nature/natura2000/management/docs/sec2011_319pdf.pdf

Ultimo aggiornamento: 3 aprile 2019Avviso legale