Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 25kWORD 20k
2 luglio 2019
E-002122/2019(ASW)
Risposta di Christos Stylianides a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-002122/2019

La Commissione è pienamente consapevole dei risultati del censimento condotto nel 2018 dall'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) sui rifugiati sahrawi che vivono a Tindouf, nonché del dialogo che ne è seguito. L'UNHCR sta ora effettuando una valutazione delle vulnerabilità della popolazione. Dalla valutazione della sicurezza alimentare(1) effettuata nel 2018 dal Programma alimentare mondiale è emerso che il 63 % delle famiglie ha un consumo alimentare accettabile, mentre il 30 % si trova in condizioni di insicurezza alimentare. Incrociando le due serie di dati (il censimento della popolazione dei rifugiati dell'UNHCR e la valutazione della sicurezza alimentare effettuata dal Programma alimentare mondiale(2)), si stima che vi siano 52 080 persone in condizioni di insicurezza alimentare nei campi.

La Commissione fornisce aiuti umanitari sulla base delle necessità, non dello status. Di conseguenza, i principali beneficiari tra i rifugiati sahrawi che vivono nei campi profughi sono le persone che vivono in condizioni di insicurezza alimentare, le persone che non hanno accesso sicuro all'acqua o ai medicinali salvavita, i bambini e le persone con disabilità.

L'Unione europea sta già utilizzando gli strumenti esterni a propria disposizione per aiutare i rifugiati che vivono a Tindouf. Nel 2018, lo strumento inteso a contribuire alla stabilità e alla pace ha cominciato a finanziare un programma aggiuntivo per i mezzi di sussistenza e per l'autonomia dei rifugiati sahrawi. L'iniziativa di tale programma, avviato inizialmente nel 2016 con finanziamenti umanitari, prevede prospettive di lavoro e attività sportive per i giovani sahrawi.

Gli studenti sahrawi in Algeria beneficiano già delle opportunità offerte da Erasmus+.

(1)Valutazione della sicurezza alimentare dei rifugiati sahrawi, Algeria, 2018, https://www1.wfp.org/publications/algeria-food-security-assessment-sahrawi-refugees-august-2018
(2)Ibidem.

Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2019Avviso legale