Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 18k
24 luglio 2019
E-002413-19
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-002413-19
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto (ID)

 Oggetto:  Accordo UE-Vietnam: a rischio la produzione di riso della varietà Japonica in Italia e in UE
 Risposta scritta 

Il 30 giugno 2019 l'UE e il Vietnam hanno firmato un accordo di libero scambio che prevede il quasi completo azzeramento dei dazi doganali (-99 %) e un contingente a dazio zero di circa 80 000 tonnellate di riso in ingresso dal Vietnam nel mercato comunitario. I produttori e le associazioni di categoria italiane, come Confagricoltura, Coldiretti e Ente Nazionale Risi, sono fortemente preoccupati per le pesantissime ricadute dell'accordo per l'Italia, primo produttore europeo di riso con oltre 4 000 aziende. Il riso asiatico non rispetta standard di sostenibilità ambientale e sociale e ha costi produttivi nettamente inferiori al riso europeo, causando una concorrenza sleale insostenibile. Considerato che nell'ultimo anno le importazioni di riso lavorato di varietà Japonica a dazio zero verso l'UE sono aumentate esponenzialmente fino a 52 000 tonnellate (+149 %); preso atto che la varietà Japonica rappresenta il 75 % della produzione risicola europea e che quindi i produttori e le associazioni di categoria italiane chiedono all'UE l'adozione urgente di una clausola di salvaguardia per il riso europeo sulle importazioni di riso Japonica lavorato, al fine di tutelare i produttori nostrani.

Può la Commissione indicare:
1) Se intende dar seguito alle richieste degli operatori italiani del settore risicolo?
2) Se non ritiene necessario procedere quanto prima alla revisione dell'accordo UE-Vietnam al fine di salvaguardare il riso italiano ed europeo?
Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2019Avviso legale