Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 32kWORD 16k
4 febbraio 2020
 E-002745/2019
Risposta di Ylva Johansson
a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: E-002745/2019

La Commissione segue da vicino la situazione sulle isole greche. Dal 2015 la Commissione, in cooperazione con le agenzie dell'Unione Europea, ha fornito alla Grecia sostegno operativo, tecnico e finanziario (quest'ultimo per un importo di 2,2 miliardi di euro(1)) per garantire una gestione efficace della migrazione, inclusa la gestione degli hotspot, e migliorare la situazione sulle isole nel pieno rispetto dei diritti umani. Nel quadro del sostegno operativo la Commissione ha dispiegato personale permanente in ciascuna delle cinque isole identificate come punti di crisi. Il personale della Commissione mantiene un contatto diretto con i responsabili e il personale dei centri di accoglienza e identificazione. La responsabilità generale della gestione dei flussi migratori in Grecia ricade comunque sull'amministrazione nazionale.

La Commissione mantiene un dialogo costante con le autorità greche per individuare i modi migliori per creare più posti per i minori nelle strutture di accoglienza e per garantire che i bambini siano spostati con urgenza in zone sicure e presso strutture adeguate. Il sostegno della Commissione finanzia l'allestimento di aree sicure supplementari nei centri di accoglienza e identificazione, il miglioramento delle condizioni di prima accoglienza sulle isole, la creazione di un nuovo centro di accoglienza e identificazione a Samos che sostituirà quello attuale, l'accelerazione delle procedure di asilo e di rimpatrio e i trasferimenti verso il continente, nel pieno rispetto dei diritti fondamentali dei migranti in tutte le fasi delle procedure. La Commissione finanzia inoltre i sistemi di alloggio e fornisce appartamenti e strutture di accoglienza adeguati su tutte le isole per i casi più vulnerabili. Su tutte le isole identificate come punti di crisi sono infine presenti operatori incaricati della protezione dei minori.

(1)Pubblicazione più recente sul sostegno finanziario dell'UE alla Grecia: https://ec.europa.eu/home-affairs/what-we-do/policies/european-agenda-migration/background-information_en
Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy