Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 40kWORD 18k
25 settembre 2019
E-002960-19
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-002960-19
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Eleonora Evi (NI) , Mario Furore (NI) , Isabella Adinolfi (NI)

 Oggetto:  Possibile riversamento di acqua contaminata di Fukushima in mare

Il ministro della Protezione ambientale giapponese, Yoshiaki Harada, ha recentemente dichiarato che l'acqua contaminata della centrale atomica di Fukushima potrebbe essere riversata in mare a causa della mancanza di spazio di stoccaggio nelle strutture della Tokyo Electric Power Company (Tepco).

1) È la Commissione in contatto con il governo giapponese per evitare un possibile danno all'ambiente marino?

2) Considerando che si è appena svolta a New York la conferenza per valutare i progressi nell'attuazione dell'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e tenendo conto dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, intende la Commissione ribadire gli impegni internazionali presi sia dall'UE che dal Giappone, in particolare l'obiettivo di sviluppo sostenibile 14 «Preservare e usare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per lo sviluppo sostenibile»?

Ultimo aggiornamento: 14 ottobre 2019Avviso legale