Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 41kWORD 18k
2 ottobre 2019
E-003068-19
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-003068-19
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Mara Bizzotto (ID) , Anna Bonfrisco (ID)

 Oggetto:  Progetto Safe City in Serbia e penetrazione cinese in Europa

In Serbia nelle città di Belgrado, Novi Sad e Smederevo si sta dispiegando il progetto «Safe City» da parte di industrie hightech cinesi (Huawei e HikVision) che, secondo la legge di sicurezza nazionale cinese, soggiacciono all'obbligo di riportare ogni dato in loro possesso agli apparati di intelligence di Pechino.

I dettagli del progetto (come altre iniziative che vedono Belgrado appaltare de facto il proprio sistema di sicurezza e law-enforcement alla tecnologia e agli apparati di polizia cinese) vengono definiti «confidenziali» e non divulgabili dal ministero degli Interni serbo.

Il progetto, basato sulla tecnologia a riconoscimento facciale, presenterebbe moltissime criticità e pericoli per il rispetto dei diritti fondamentali, con potenziali ricadute sui diritti civili e sulle libertà politiche.

Considerato che la Serbia è paese candidato all'adesione all'UE (da cui riceve miliardari fondi pre-adesione) e i negoziati vedono come punti critici soprattutto i capitoli 23/24 (diritti fondamentali-libertà-sicurezza) e visto che l'UE intende elaborare una legislazione ancora più restrittiva sulla tecnologia di riconoscimento facciale per renderla coerente con la GDPR, si chiede alla Commissione:
1) è a conoscenza dei dettagli del progetto Safe City?
2) ritiene di porre urgentemente la questione all'attenzione del governo serbo, anche per accertare se il progetto sia finanziato tramite fondi UE?
3) ritiene che un simile progetto rappresenti un pericoloso elemento di ingerenza cinese nello spazio politico, economico, di libertà e di sicurezza europeo, e che sia compatibile con l'adesione della Serbia all'UE?
Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2019Avviso legale