Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 10k
29 gennaio 2020
E-000524/2020
Interrogazione con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Eleonora Evi, Daniela Rondinelli, Chiara Gemma, Mario Furore, Tiziana Beghin, Dino Giarrusso
 Oggetto: Deroga ai valori limite per il cadmio nei concimi inorganici

Il 25 giugno 2019 la Commissione ha pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea il regolamento (UE) 2019/1009 che stabilisce norme relative alla messa a disposizione sul mercato di prodotti fertilizzanti dell'UE.

Il regolamento prevede che gli Stati membri possano chiedere una deroga ai valori limite per il cadmio per motivi, tra l'altro, di tutela della salute umana e dell'ambiente. Tale disposizione consente agli Stati membri di ridurre ulteriormente i limiti al di sotto della soglia fissata dal regolamento, pari a 60 mg/kg Cd P2O5.

In seguito alla pubblicazione del regolamento almeno due Stati membri hanno richiesto tale deroga, che però la Commissione non ha ancora concesso, sulla base del fatto che le informazioni fornite erano insufficienti.

In settembre l'Agenzia francese per la sicurezza sanitaria dell'alimentazione, dell'ambiente e del lavoro ha pubblicato le sue conclusioni scientifiche e ha raccomandato l'abbassamento dei valori limite per il cadmio a 20 mg/kg Cd P2O5.

Il cadmio è una sostanza dal dimostrato effetto cancerogeno e il suo livello accumulato nei terreni coltivabili aumenterà nei prossimi anni, secondo una valutazione dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare.

Per quale motivo la Commissione indugia nel processo di concessione di deroghe agli Stati membri?

Intende ridurre il livello di contaminanti nei concimi nell'ambito della prossima strategia "Dal produttore al consumatore"?

Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2020Avviso legale