Interpellanze
PDF 98kWORD 18k
21 marzo 2018
G-000003/2018

Interpellanza principale con richiesta di risposta scritta seguita da discussione G-000003/2018

alla Commissione (Vicepresidente / Alto rappresentante)

Articolo 130 ter del regolamento

Marietje Schaake, Eva Kaili, Hilde Vautmans, Rory Palmer, Petras Auštrevičius, Beatriz Becerra Basterrechea, Igor Šoltes, Izaskun Bilbao Barandica, Liliana Rodrigues, Monika Beňová, Dominique Martin, Jordi Solé, Merja Kyllönen, Michaela Šojdrová, Anneli Jäätteenmäki, Patricia Lalonde, Marian Harkin, Maria Gabriela Zoană, António Marinho e Pinto, Catherine Bearder, Fredrick Federley, Renate Weber, Nathalie Griesbeck, Nadja Hirsch, John Howarth, Luke Ming Flanagan, Brando Benifei, Frédérique Ries, Takis Hadjigeorgiou, Wajid Khan, Morten Helveg Petersen, Liisa Jaakonsaari, Tanja Fajon, Ana Gomes, Soraya Post, Jan Zahradil, Svetoslav Hristov Malinov, José Inácio Faria, Monica Macovei


  Oggetto:              VP/HR - Reazione dell'Unione europea ai comportamenti sessuali illeciti in seno alle organizzazioni umanitarie

Recentemente sono emersi vari casi di abusi sessuali e di altri comportamenti sessuali illeciti in seno a organizzazioni umanitarie internazionali. Fra di essi rientra lo sfruttamento sessuale di profughi siriani da parte di operatori che distribuiscono gli aiuti per conto delle Nazioni Unite e di altre ben note organizzazioni internazionali.

Vari paesi, fra cui i Paesi Bassi e il Regno Unito, hanno annunciato indagini sui finanziamenti da essi erogati alle organizzazioni internazionali interessate e ad altre organizzazioni internazionali, dichiarando inoltre che intendono adottare misure per evitare il ripetersi di situazioni analoghe in futuro. Attraverso i suoi strumenti finanziari esterni e il Fondo europeo di sviluppo, l'Unione europea fornisce assistenza ai paesi terzi per vari miliardi di EUR, anche per il tramite delle organizzazioni internazionali.

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2018Avviso legale