Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000079/2014

Testi presentati :

O-000079/2014 (B8-0038/2014)

Discussioni :

PV 25/11/2014 - 15
CRE 25/11/2014 - 15

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 104kWORD 27k
5 novembre 2014
O-000079/2014
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000079/2014
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Claude Moraes, a nome della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni

 Oggetto: Situazione nel Mediterraneo e necessità di un approccio globale dell'UE alle migrazioni
 Risposta in Aula 

Nell'ottobre 2013 il Parlamento ha approvato una risoluzione sui flussi migratori nel Mediterraneo. Poco dopo, il Consiglio ha istituito la task force "Mediterraneo", cui sono seguite diverse comunicazioni della Commissione. Nell'ottobre 2014 il Consiglio "Giustizia e affari interni" ha adottato le conclusioni relative alle azioni da intraprendere per una migliore gestione dei flussi migratori. Potrebbe la Commissione:

1. illustrare in che modo organizzare forme di solidarietà e garantire l'equa ripartizione delle responsabilità (conformemente all'articolo 80 TFUE) sia verso gli Stati membri del bacino del Mediterraneo – destinazione iniziale di rifugiati e migranti – sia verso gli Stati membri di destinazione finale che accolgono il numero più alto di rifugiati e richiedenti asilo;

2. spiegare in che modo sarà possibile garantire che gli obblighi di ricerca e salvataggio siano effettivamente rispettati, contrastando nel contempo il comportamento criminale di passatori e trafficanti, fornire informazioni sulle pratiche di passatori e trafficanti, in particolare in relazione alle cause di morte dei migranti;

3. indicare se reputa necessario ampliare le attività di Frontex e confermare la durata prevista dell'operazione Triton, precisando in che modo sarà finanziata nel medio e lungo termine;

4. illustrare in che modo intende sviluppare rotte sicure e legali per i richiedenti asilo e i rifugiati verso l'UE;

5. spiegare in che modo rafforzerà la politica comune di reinsediamento e come incoraggerà una maggiore e più equa partecipazione degli Stati membri;

6. illustrare in che modo migliorerà la strategia globale di cooperazione con i paesi terzi, in particolare per quanto riguarda la protezione regionale, il reinsediamento e i rimpatri, e come affronterà le cause profonde della migrazione, nonché indicare quale forma assumerà tale strategia in zone di conflitto come la Libia e la Siria;

7. spiegare in che modo intende sviluppare un approccio globale alla migrazione, compresi adeguati canali di migrazione legale, come annunciato dal Presidente Juncker nella sua dichiarazione di apertura al Parlamento europeo;

8. fornire al riguardo un'analisi dettagliata di come sono spesi i fondi destinati agli affari interni, compresi i fondi di emergenza, in particolare per le azioni concernenti la migrazione e l'asilo, il controllo delle frontiere, la lotta contro il traffico e la tratta di esseri umani e il rimpatrio, nonché i fondi relativi alla politica estera e di sviluppo dell'UE;

9. illustrare in che modo assicurerà l'efficace attuazione del sistema europeo comune di asilo (CEAS) e come garantirà norme comuni efficaci in materia di accoglienza, procedure e qualifiche in tutta l'Unione, proteggendo i soggetti più vulnerabili e incoraggiando l'inclusione sociale dei profughi, e far sapere se è disposta ad avviare, se del caso, procedure di infrazione, e se riesaminerà la legislazione qualora una verifica ne indichi la necessità?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avviso legale