Interrogazioni parlamentari
PDFWORD
24 aprile 2015
O-000044/2015
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000044/2015
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Ivan Jakovčić, Marielle de Sarnez, Jozo Radoš, Hilde Vautmans, Urmas Paet, Iskra Mihaylova, Ilhan Kyuchyuk, Martina Dlabajová, Ulrike Müller, Nathalie Griesbeck, Nedzhmi Ali, Kaja Kallas, Izaskun Bilbao Barandica, Dominique Riquet, Petras Auštrevičius, José Inácio Faria, Filiz Hyusmenova, Ivo Vajgl, a nome del gruppo ALDE
Antonio Tajani, Franc Bogovič, Alberto Cirio, Salvatore Domenico Pogliese, Ivan Štefanec, Alain Cadec, Rosa Estaràs Ferragut, Michel Dantin, Milan Zver, Patricija Šulin, Deirdre Clune, Emil Radev, Cláudia Monteiro de Aguiar, Herbert Dorfmann, Esteban González Pons, Krišjānis Kariņš, a nome del gruppo PPE
Claudia Tapardel, Isabella De Monte, Nicola Caputo, Nicola Danti, Alessia Maria Mosca, Enrico Gasbarra, Tonino Picula, Tibor Szanyi, Flavio Zanonato, Carlos Zorrinho, Georgi Pirinski, Eric Andrieu, Demetris Papadakis, Eva Kaili, Momchil Nekov, Tanja Fajon, Biljana Borzan, Vilija Blinkevičiūtė, Viorica Dăncilă, Doru-Claudian Frunzulică, a nome del gruppo S&D
Ruža Tomašić, a nome del gruppo ECR
Rosa D'Amato, Laura Ferrara, Daniela Aiuto, Dario Tamburrano, Isabella Adinolfi, a nome del gruppo EFDD
Igor Šoltes, a nome del gruppo Verts/ALE

 Oggetto: Ufficio europeo per il turismo

Il settore del turismo genera oltre il 10% del PIL dell'Unione europea e impiega quasi 10 milioni di persone all'interno di circa 1,8 milioni di imprese.

Il turismo offre un ampio ventaglio di opportunità di lavoro, dirette e indirette, in quasi tutti i settori dell'economia nazionale.

Gli esperti temono tuttavia che la quota di mercato europea possa diminuire nel tempo, con l'emergere di altre destinazioni turistiche favorite in grado di spodestare l'Europa in pochi anni.

Il settore turistico europeo deve affrontare la concorrenza crescente del Sudest asiatico e del Medio Oriente, che attraggono un numero sempre maggiore di turisti. La concorrenza potrebbe minacciare la quota di mercato europea, che attualmente si attesta intorno al 52%. Se l'attuale tendenza dovesse continuare, si prevede che la quota di mercato europea cali fino a raggiungere il 41% nel 2030, secondo l'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite.

Tenendo conto del tasso di disoccupazione incredibilmente elevato nei paesi del Mediterraneo, in particolare tra i giovani, e della necessità di rafforzare la competitività del turismo europeo, può la Commissione indicare:

1. se intende istituire un Ufficio europeo per il turismo?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avviso legale