Interrogazioni parlamentari
PDF 96kWORD 17k
24 giugno 2016
O-000097/2016
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000097/2016
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Sylvie Goddyn, Mireille D'Ornano, Jean-François Jalkh, Dominique Martin, Dominique Bilde, Marie-Christine Arnautu, Bernard Monot, Steeve Briois, Jean-Luc Schaffhauser, Mylène Troszczynski, Marie-Christine Boutonnet, Marine Le Pen, Matteo Salvini, Mara Bizzotto, Mario Borghezio, Lorenzo Fontana, Stanisław Żółtek, a nome del gruppo ENF

 Oggetto: Tecnologie di editing genomico: opportunità e rischi

Le nuove tecnologie di editing genomico, quali CRISPR-Cas9 o NgAgo, offrono la possibilità di modificare molto facilmente il DNA (ad esempio sostituire, togliere o aggiungere sequenze), persino di esseri umani, a un costo basso. Tali tecnologie sono considerate dalla maggior parte degli scienziati la "scoperta del secolo".

Se questi strumenti, da un lato, riguardano sia il settore agricolo che quello sanitario e creano nuove opportunità di mercato, dall'altro sollevano importanti questioni etiche, relative tra l'altro alla limitazione del loro impiego negli esseri umani.

Nel dicembre 2015 gli esperti di tutto il mondo si sono dati appuntamento a un summit sull'editing genomico a Washington per discutere gli aspetti scientifici, etici e di governance connessi alla ricerca nel campo dell'editing genomico umano. Da allora, la Svezia e l'Inghilterra hanno autorizzato la sperimentazione sugli embrioni umani geneticamente modificati.

Negli Stati Uniti, un tipo di fungo che non imbrunisce prodotto grazie alla tecnologia CRISPR è stato considerato dal governo come non soggetto a regolamentazione. I suini vengono anche utilizzati come produttori di organi destinati all'uomo.

Mentre la Commissione non ha ancora formulato la sua posizione riguardo a sistemi di editing genomico ormai obsoleti, come le nucleasi ZFN ("dita di zinco") e TALEN (attivatore della nucleasi dell'effettore della trascrizione), tecniche più moderne di manipolazione genetica stanno rapidamente soppiantando quegli strumenti ormai antiquati.

In tale contesto, intende la Commissione proporre una regolamentazione degli alimenti e dei mangimi ottenuti tramite l'editing genomico, prodotti sia nell'UE che al di fuori? Intende la Commissione discutere delle questioni etiche con gli Stati membri?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avviso legale