Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000107/2016

Testi presentati :

O-000107/2016 (B8-1803/2016)

Discussioni :

PV 27/10/2016 - 3
CRE 27/10/2016 - 3

Votazioni :

PV 27/10/2016 - 8.8

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 101kWORD 17k
13 luglio 2016
O-000107/2016
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000107/2016
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Silvia Costa, a nome della commissione per la cultura e l'istruzione

 Oggetto: Il servizio volontario europeo
 Risposta in Aula 

Nel 2016 il servizio volontario europeo (SVE) celebra il suo ventesimo anniversario. Durante questi 20 anni sono stati sostenuti 100 000 volontari. Il Parlamento europeo, e in particolare la commissione per la cultura e l'istruzione, sostengono il volontario in quanto espressione di solidarietà che contribuisce al rafforzamento della cittadinanza attiva e contrasta l'esclusione sociale, la povertà, l'intolleranza, il razzismo, la xenofobia e l'ingiustizia, contribuendo al contempo in modo significativo alla diffusione dei valori europei. I suoi vantaggi sono altresì evidenti nel volontariato effettuato con i paesi terzi, dal momento che costituisce uno strumento strategico per promuovere la comprensione reciproca e le relazioni interculturali.

Il volontariato fornisce ai partecipanti solide competenze di apprendimento per tutta la vita. Sussiste pertanto la necessità di promuovere sistemi volti a rafforzare la comprensione e la trasparenza delle competenze di apprendimento informale e non formale acquisite durante l'esperienza di volontariato.

Nonostante i riscontri positivi, la commissione CULT ritiene che si possa fare di più per migliorare il quadro relativo ai programmi di volontariato, e in particolare lo SVE, in modo da garantire un migliore accesso alle iniziative e alle opportunità disponibili e una maggiore conoscenza delle stesse.

In questo contesto, si chiede alla Commissione di rispondere ai seguenti quesiti:

– Intende la Commissione ampliare il campo d'applicazione, i partecipanti, i settori di attività e le destinazioni dello SVE, prevedendo altresì la possibilità di effettuare tutto o parte dello SVE online, facendo così uso delle nuove tecnologie? In caso affermativo, in che modo?

– Quali iniziative prevede la Commissione di lanciare o sviluppare allo scopo di incoraggiare il volontariato per le persone di tutte le età, compresa, ma non solo, la mobilità dei volontari transfrontalieri, in particolare nel contesto della crisi umanitaria?

– Intende la Commissione procedere al riconoscimento formale dello status di volontario europeo?

– È disposta la Commissione a sollecitare un migliore sostegno a favore dell'accesso dei cittadini di paesi terzi che desiderano fare volontariato in Europa?

– Quali misure adotterà la Commissione per raccogliere ulteriori dati sul valore delle attività di volontariato e per valorizzare il loro contributo alla coesione sociale e al PIL, fornendo così elementi a favore dello sviluppo di iniziative e programmi futuri e riconoscendo il volontariato come cofinanziamento?

– Prevede inoltre la Commissione di promuovere la cittadinanza dell'UE attraverso un'iniziativa di servizio civile europeo?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avviso legale