Interrogazioni parlamentari
PDF 97kWORD 20k
3 febbraio 2017
O-000009/2017
Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000009/2017
alla Commissione
Articolo 128 del regolamento
Hilde Vautmans, Nathalie Griesbeck, Beatriz Becerra Basterrechea, Angelika Mlinar, Cecilia Wikström, Charles Goerens, Gérard Deprez, Morten Helveg Petersen, Louis Michel, Petras Auštrevičius, a nome del gruppo ALDE
Cornelia Ernst, Barbara Spinelli, Marina Albiol Guzmán, Malin Björk, Marie-Christine Vergiat, Kostas Chrysogonos, Dennis de Jong, Josu Juaristi Abaunz, Stelios Kouloglou, Merja Kyllönen, Dimitrios Papadimoulis, Martina Anderson, a nome del gruppo GUE/NGL
Anna Maria Corazza Bildt, Roberta Metsola, Esteban González Pons, Elissavet Vozemberg-Vrionidi, Alessandra Mussolini, Salvatore Domenico Pogliese, Barbara Matera, Barbara Kudrycka, Agustín Díaz de Mera García Consuegra, Daniel Buda, Pál Csáky, Jeroen Lenaers, Mariya Gabriel, Henna Virkkunen, a nome del gruppo PPE
Caterina Chinnici, Tanja Fajon, Sylvie Guillaume, Cécile Kashetu Kyenge, Juan Fernando López Aguilar, Kati Piri, Anna Hedh, Soraya Post, Sylvia-Yvonne Kaufmann, Elly Schlein, Péter Niedermüller, Dietmar Köster, Christine Revault D'Allonnes Bonnefoy, Maria Grapini, Hugues Bayet, Luigi Morgano, Miltiadis Kyrkos

 Oggetto: Lotta contro la scomparsa di minori migranti in Europa

In gennaio 2016, Europol ha fatto sapere che almeno 10 000 bambini migranti e rifugiati sono scomparsi in Europa, una situazione che permane ancora oggi. Ricerche svolte dall'organizzazione Missing Children Europe e cofinanziate dalla Commissione hanno evidenziato che le scomparse di minori sono connesse a problemi di protezione sottostanti, tra cui le scadenti condizioni di accoglienza, la mancanza di informazioni, le procedure di riunificazione familiare e di nomina di tutori lunghe e complesse, nonché la paura di essere detenuti, rinviati al paese di origine o trasferiti al paese di primo arrivo. La scomparsa di minori migranti non è sistematicamente denunciata. Secondo Europol, il rischi di traffico illegale, di tratta e di sfruttamento connessi sono in aumento a causa di croniche lacune nel coordinamento a livello nazionale e transfrontaliero.

La Commissione ha già proposta una riforma del sistema europeo comune di asilo (CEAS), che include misure mirate volte a evitare la scomparsa di minori migranti. Tuttavia, vista la gravità e l'urgenza del problema, è imperativo agire immediatamente:

1. quando intende la Commissione presentare la strategia globale volta a proteggere tutti i minori migranti, come annunciato nell'Agenda europea sulla migrazione nel maggio scorso? Come intende la Commissione rispondere alle chiare conclusioni e raccomandazioni formulate nel corso del 10° forum europeo sui diritti del bambino e della conferenza "Lost in Migration" tenutasi a Malta?

2. Cosa sta facendo la Commissione per aiutare gli Stati membri a ricollocare un maggior numero di minori dalla Grecia e dall'Italia?

3. Come intende la Commissione assicurare che i minori costituiscano una priorità nell'attuale CEAS? Quali provvedimenti intende prendere la Commissione per assicurare che i minori migranti non scompaiano dal sistema di asilo a causa dei timori connessi al rimpatrio dei migranti irregolari?

4. Quali misure intende prendere la Commissione per migliorare le denunce di scomparsa di minori alle forze dell'ordine e la linea telefonica di pronto intervento 116 000?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Avviso legale