Interrogazioni parlamentari
PDF 40kWORD 19k
29 gennaio 2019
O-000005/2019

Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000005/2019

alla Commissione

Articolo 128 del regolamento

Biljana Borzan

a nome della commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere


  Oggetto: I diritti della donna nei paesi dei Balcani occidentali

I paesi dei Balcani occidentali (Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, ex Repubblica jugoslava di Macedonia (FYROM), Montenegro e Serbia) si trovano in fasi differenti del processo di adesione all'Unione europea. Sebbene una legislazione in materia sia in vigore in tutti i paesi summenzionati, la sua attuazione è limitata e, in molti casi, non è sostenuta da risorse sufficienti. La violenza contro le donne è un problema diffuso, i centri di accoglienza sono pochi, manca l'assistenza legale gratuita e vi è uno scarso accesso alla giustizia. Le donne sono ancora sottorappresentate sul mercato del lavoro: le loro condizioni di lavoro sono peggiori rispetto a quelle dei loro omologhi di sesso maschile e si registra una carenza normativa in termini di equilibrio tra attività professionale e vita familiare. L'imprenditoria femminile è ancora scarsa e le donne hanno un accesso limitato ai prestiti finanziari.

1. Quali misure sta adottando la Commissione per garantire che la normativa e le strategie - in particolare quelle incentrate sulla lotta alla violenza di genere contro donne e ragazze e sulla partecipazione politica e al mercato del lavoro - siano attuate e finanziate in modo adeguato? In che modo la Commissione sostiene, promuove e fa conoscere gli strumenti a disposizione, in particolare per le donne nelle zone rurali e appartenenti a gruppi emarginati?

2. In che modo contribuisce la Commissione a combattere gli stereotipi relativi ai ruoli di genere tradizionali, che sono spesso identificati come il maggiore ostacolo al miglioramento dell'uguaglianza di genere nella regione?

3. In che modo garantisce la Commissione una spesa efficace, efficiente e incisiva per il funzionamento delle istituzioni indipendenti e governative incaricate di varare e attuare misure a favore dell'uguaglianza di genere e, in particolare, delle politiche per l'integrazione della dimensione di genere?

4. In che modo garantisce la Commissione il rispetto degli impegni delineati nel piano d'azione II sulla parità di genere, ossia l'utilizzo dell'analisi di genere per la spesa dell'UE per i Balcani occidentali, nel programmare lo strumento di assistenza preadesione e nell'elaborare le politiche in relazione al processo di adesione?

5. In che modo intende la Commissione consultare periodicamente le organizzazioni femminili della società civile nel quadro del processo di adesione, nel tentativo di stabilire un dialogo politico più informato con i paesi dei Balcani occidentali?

Presentazione: 29.1.2019

Notifica: 31.1.2019

Scadenza: 7.2.2019

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2019Avviso legale