Procedura : 2019/2568(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000012/2019

Testi presentati :

O-000012/2019 (B8-0011/2019)

Discussioni :

PV 12/02/2019 - 25
CRE 12/02/2019 - 25

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 41kWORD 19k
7 febbraio 2019
O-000012/2019

Interrogazione con richiesta di risposta orale O-000012/2019

al Consiglio

Articolo 128 del regolamento

Miroslav Mikolášik, Peter Liese

a nome del gruppo PPE


  Oggetto: Modifica del genoma germinale umano

 Risposta in Aula 

La messa a punto di tecnologie di editing del genoma avanza rapidamente, in particolare la CRISPR/Cas9, e ha permesso di compiere notevoli progressi nella comprensione e nella cura di gravi patologie. Tuttavia, mentre la modifica del genoma somatico passa alla fase di sperimentazione clinica seguendo criteri traslazionali rigorosi e responsabili, l'editing genomico germinale può dar luogo a un'interpretazione ambigua del divieto, riconosciuto a livello internazionale, della modifica germinale umana.

Durante il recente secondo summit internazionale sull'editing genomico umano, tenutosi a Hong Kong dal 27 al 29 novembre 2018, il ricercatore cinese He Jiankui ha inaspettatamente annunciato il primo uso clinico dell'editing genomico germinale e ha affermato che tale tecnica ha reso possibili due nascite. Anche se non ancora verificata, quest'affermazione era comunque profondamente viziata da errori nonché contraria all'etica, come ha confermato l'intera comunità scientifica internazionale.

L'editing genomico germinale di embrioni e gameti presenta gravi rischi di effetti dannosi non intenzionali, non solo per il soggetto interessato, ma anche per i suoi discendenti. I cambiamenti genetici ereditabili porterebbero quindi ad alterazioni di tutte le generazioni future. Inoltre, questa procedura minaccia gravemente la dignità umana. Il divieto di modifica del genoma germinale è sancito in accordi internazionali quali la Dichiarazione universale sul genoma umano e i diritti umani e la Convenzione di Oviedo, nonché dal diritto dell'UE[1].

Alla luce di quanto precede:

1. È consapevole il Consiglio dell'urgente necessità di affrontare le implicazioni etiche e giuridiche legate alla modifica del genoma germinale umano per la sicurezza dei bambini e delle generazioni future e di sostenere, di conseguenza, un divieto globale di modificare il genoma umano al fine di prevenire una sperimentazione umana contraria all'etica?

2. Quali misure intende adottare il Consiglio per promuovere a livello pubblico un impegno e un dibattito più ampi basati su una corretta interpretazione del progresso scientifico in un contesto sociale?

Presentazione: 7.2.2019

Notifica: 8.2.2019

Scadenza: 1.3.2019

[1]  Regolamento (UE) n. 536/2014 sulla sperimentazione clinica, direttiva 98/44/CE sulle biotecnologie, Orizzonte 2020.

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2019Avviso legale