Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 70kWORD 18k
9 gennaio 2017
P-000051-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-000051-17
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Laura Agea (EFDD)

 Oggetto:  Casi di mesotelioma
 Risposta scritta 

In Italia dal V° Rapporto Mesoteliomi emergono più di 1 500 casi di mesotelioma l'anno; l'Osservatorio Nazionale Amianto riporta 1 800 casi di mesotelioma; con le patologie asbesto-correlate, i decessi sono 6 000.

Nella Raffineria ENI di Sannazzaro de' Burgondi, «sito industriale a rischio di incidente rilevante», sono in atto fenomeni epidemici di patologie asbesto-correlate tra i dipendenti ed ex dipendenti.

In prossimità della raffineria sarà realizzata una discarica di amianto, sopra gli oleodotti e i gasdotti: la più grande d'Europa.

Alla luce delle direttive 2009/148/CE, 82/501/CEE, 96/82/CE, 2012/18/UE, degli articoli 2, 8 e 14 CEDU e degli articoli 1, 2, 20, 21, 31, 34, 35, 37, 47 della Carta dei diritti fondamentali dell'UE, oggi a pieno titolo norme di diritto comunitario, si chiede alla Commissione europea se intende istituire una commissione d'inchiesta per i suddetti fatti e se è a conoscenza:

del fatto che i finanziamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale e dei Fondi strutturali europei sono stati impiegati dallo Stato italiano e dalla Regione Lombardia senza mettere in sicurezza i siti contaminati;
dell'esplosione e dell'incendio dell'1.12.2016 presso la predetta raffineria;
del fatto che, dopo la costruzione della discarica, un incidente potrebbe far disperdere milioni di tonnellate di amianto in miliardi e miliardi di fibre.

Avviso legale