Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 18k
28 novembre 2017
P-007320-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-007320-17
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Rosa D'Amato (EFDD)

 Oggetto:  Discariche di Canosa
 Risposta scritta 

Nel comune di Canosa esistono, molto vicine tra loro, situazioni ambientali riguardanti rifiuti che coinvolgono le s.r.l. S.OL.VI.C. (impianto smaltimento rifiuti speciali liquidi, pericolosi e non, composto da 5 bacini), BLEU (discarica per rifiuti speciali non pericolosi composta da IV lotti) e CO.BE.MA. (discarica esaurita oggetto di procedura di infrazione).

Nonostante ciò, nell'agosto 2017 viene rilasciata dalla Provincia l'autorizzazione per l'ampliamento della discarica della BLEU. Ne è nato un contenzioso legale tuttora in essere. In tale provvedimento è mancata l'applicazione della direttiva 2010/75/UE, articolo 5 comma 2, sul coordinamento di più gestori durante la procedura, così come non è stato considerato il cumulo con effetti derivanti da altri progetti esistenti (direttiva 2014/54/UE).

La coesistenza, a distanza così breve, di impianti simili e aventi gestori diversi causa una difficile individuazione del soggetto responsabile in caso di misure di riparazione del danno ambientale, come da direttiva 2004/35/CE. Non dovrebbero pertanto essere consentiti nè nuovi impianti nè ampliamenti.

Va infine inserito il procedimento avviato nel 2015 nei confronti della COBEMA, dopo l'accertamento della potenziale contaminazione rilevata in due pozzi.

Alla luce di quanto precede, si chiede alla Commissione cosa intende fare per impedire l'ampliamento della discarica BLEU.

Avviso legale