Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 5kWORD 18k
10 ottobre 2018
P-005158-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-005158-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Patrizia Toia (S&D)

 Oggetto:  Costi trasferimento Agenzia europea del Farmaco ad Amsterdam

Articoli di stampa evidenziano l'esistenza di un contenzioso legale tra l'EMA (Agenzia europea del Farmaco) e la società Canary Wharf relativamente al pagamento di 320 milioni di EUR per l'affitto della sede dell'Agenzia fino al 2039.

Il Parlamento europeo non è stato adeguatamente coinvolto nell'individuazione della sede definitiva. È ancora in atto un ricorso da parte del Comune di Milano alla Corte europea di Giustizia e permangono dubbi sulla possibilità che la sede, seppure provvisoria, dell'Agenzia europea del Farmaco ad Amsterdam sia disponibile entro il marzo 2019.

Alla luce di quanto sopra, si chiede alla Commissione:
1) se valuti l'opportunità di riaprire la procedura di assegnazione;
2) se sia in possesso dei dati relativi ai costi già sostenuti per il trasferimento e di una stima dell'ammontare necessario, a carico del bilancio europeo, per coprire i costi aggiuntivi legati alla mancata disponibilità di una sede nel 2019 e all'eventuale perdita della causa con Canary Wharf.
Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2018Avviso legale