Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 91kWORD 18k
20 novembre 2018
P-005848-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-005848-18
al Consiglio
Articolo 130 del regolamento
Soraya Post (S&D) , Ana Miranda (Verts/ALE) , Eleonora Forenza (GUE/NGL) , Róża Gräfin von Thun und Hohenstein (PPE)

 Oggetto:  Aumento della violenza neofascista in Europa
 Risposta scritta 

In tutta Europa si sta assistendo a un aumento delle organizzazioni e dei gruppi neofascisti, neonazisti, razzisti e xenofobi, che incitano all'odio, uccidono e incoraggiano i loro seguaci a ricorrere alla violenza e alle vessazioni contro presunti nemici. Negli Stati membri tali gruppi operano spesso nell'impunità.

Ai fini della tutela della democrazia e dei diritti umani, in particolare per quanto riguarda le persone appartenenti a minoranze, può il Consiglio rispondere ai seguenti quesiti:
1) Ha esso intrapreso o intende intraprendere azioni per assicurare il rispetto, da parte dei suoi membri, delle disposizioni della decisione quadro 2008/913/GAI del Consiglio?
2) Al di là delle disposizioni di tale decisione, intende il Consiglio avviare azioni, nell'ambito delle proprie competenze, volte a contrastare i gruppi e le organizzazioni che incitano all'odio e alla violenza negli spazi pubblici e online in Europa?
Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Ultimo aggiornamento: 26 novembre 2018Avviso legale