Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 39kWORD 18k
11 febbraio 2019
P-000793/2019

Interrogazione con richiesta di risposta scritta P-000793/2019/riv.1

alla Commissione

Articolo 130 del regolamento

Mercedes Bresso (S&D), Isabella De Monte (S&D) e Patrizia Toia (S&D)


  Oggetto: Valutazione del governo italiano sui costi e benefici per la realizzazione della linea ad alta velocità Torino-Lione

Il governo italiano ha consegnato al governo francese e alla Commissione europea il dossier contenente l'analisi dei costi e benefici per la realizzazione della linea ad alta velocità Torino – Lione, collocata nel "Corridoio Mediterraneo" della Rete Transeuropea dei trasporti TEN-T.

Premesso che tale infrastruttura ha un impatto europeo, per assicurare continuità di percorrenza al corridoio mediterraneo, una decisione unilaterale del governo italiano che cambi gli impegni già presi potrebbe recare danno non solo ai territori limitrofi, ma in generale a tutti i cittadini europei che si vedrebbero privati di un'infrastruttura fondamentale per la crescita, lo sviluppo e la connettività dell'intero continente.

Alla luce di quanto precede, può la Commissione far sapere:

1) Quando tale valutazione sarà resa disponibile al Parlamento europeo, consentendo l'analisi dei suoi contenuti e un eventuale dibattito parlamentare?

2) Quali iniziative intende prendere per il rispetto degli impegni presi e degli interessi europei di tutti i cittadini, non solo italiani?

3) A quanto ammonta esattamente l'eventuale risarcimento che potrebbe essere richiesto alle istituzioni italiane nel caso in cui venisse presa la decisione unilaterale da parte italiana di cancellare la realizzazione dell'opera?

 

Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2019Avviso legale