Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 40kWORD 10k
4 febbraio 2020
P-000630/2020
Interrogazione prioritaria con richiesta di risposta scritta
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Tiziana Beghin, Eleonora Evi, Daniela Rondinelli, Fabio Massimo Castaldo, Chiara Gemma, Dino Giarrusso, Laura Ferrara, Mario Furore, Gianna Gancia, Pietro Fiocchi, Raffaele Stancanelli, Carlo Fidanza, Aldo Patriciello, Elisabetta Gualmini, Nicola Procaccini, Patrizia Toia, Paolo De Castro, Alessandra Moretti, Marco Dreosto, Angelo Ciocca, Nicola Danti, Annalisa Tardino, Isabella Tovaglieri, Mara Bizzotto, Irene Tinagli, Carlo Calenda, Giuliano Pisapia, Francesca Donato, Massimiliano Salini, Caterina Chinnici, Paolo Borchia, Elena Lizzi, Piernicola Pedicini
 Oggetto: Mancata sospensione del regime di importazione a dazio zero di riso dalla Cambogia

Dopo aver accertato ripetute violazioni dei diritti umani in Cambogia, la Commissione europea ha proposto la sospensione del regime di importazioni a dazio zero per alcuni prodotti del Paese asiatico, tra cui scarpe, zucchero e abiti.

Tuttavia, la lista dei prodotti che vedranno ristabilito il dazio standard non comprende il riso. La Commissione giustifica questa scelta con il fatto che è già in vigore una clausola di salvaguardia per l'importazione di riso dalla Cambogia e dal Myanmar.

L'esclusione del riso, basata sull'esistenza della clausola di salvaguardia, appare priva di fondamento, principalmente perché la clausola di salvaguardia sarà applicata per un periodo limitato e con un dazio che sarà progressivamente ridotto. Inoltre, la Cambogia ha presentato un ricorso dinanzi la Corte di giustizia volto a sospendere la clausola di salvaguardia stessa.

Alla luce di quanto esposto, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

Non ritiene rischioso escludere il riso dalla lista dei prodotti sottoposti a dazio, dal momento che la clausola di salvaguardia sarà in vigore ancora solo per i prossimi due anni e che potrebbe decadere anche anticipatamente a seguito del ricorso della Cambogia dinanzi la CGUE?

La Commissione aggiungerà il riso alla lista quando la clausola di salvaguardia cesserà di essere in vigore?

Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2020Avviso legale