Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Processo verbale
Martedì 2 ottobre 2018 - StrasburgoEdizione definitiva

6. Comunicazioni della Presidenza
CRE

Il Presidente fa le comunicazioni seguenti:

"Desidero informarvi che in data odierna la Corte di giustizia dell'Unione europea ha stabilito che il Parlamento europeo ha la facoltà di esercitare una parte delle sue prerogative in materia di bilancio a Bruxelles anziché a Strasburgo, nel caso in cui ciò sia dettato da necessità di carattere imperativo relative ad una corretta implementazione della procedura di bilancio. Di conseguenza, la Corte ha riconosciuto che il Parlamento europeo era autorizzato ad adottare il bilancio annuale dell'Unione per l'anno 2017 a Bruxelles."

°
° ° °

"Il 10 settembre 2018 ho irrogato sanzioni nei confronti di Georges Bach, Guillaume Balas, José Bové, Edouard Martin, Claude Rolin, Maria Arena e Isabelle Thomas, per le azioni intraprese nel corso della sessione plenaria del 3 luglio 2018, che hanno disturbato gravemente i lavori del Parlamento e provocato l'interruzione della seduta.

L'11 settembre 2018 Maria Arena, Georges Bach, Guillaume Balas, Edouard Martin e Isabelle Thomas hanno presentato ricorso contro tale decisione.

Nel corso della riunione di ieri l'Ufficio di presidenza ha esaminato i suddetti ricorsi e ha confermato le decisioni in merito alle sanzioni, che consistono, nel caso di Georges Bach, Guillaume Balas, Maria Arena e Isabelle Thomas, nella perdita del diritto all'indennità di soggiorno per una durata di cinque giorni e, fatto salvo l'esercizio del diritto di voto in sessione plenaria, nella sospensione dalla partecipazione a tutte le attività del Parlamento e dei suoi organi per un periodo di cinque giorni consecutivi in cui il Parlamento o uno qualsiasi dei suoi organi, commissioni o delegazioni si riuniscono e, nel caso di Edouard Martin, nella perdita del diritto all'indennità di soggiorno per una durata di otto giorni e, fatto salvo l'esercizio del diritto di voto in sessione plenaria, nella sospensione dalla partecipazione a tutte le attività del Parlamento e dei suoi organi per un periodo di otto giorni consecutivi in cui i suoi organi si riuniscono. Tali sanzioni, essendo state sospese nel momento in cui sono stati presentati i ricorsi, iniziano di nuovo ad applicarsi a decorrere da oggi."

°
° ° °

"A norma dell'articolo 166 del regolamento, in base alle conclusioni del Comitato consultivo competente per le denunce di molestie riguardanti assistenti parlamentari accreditati e deputati e avendo preso nota delle osservazioni scritte della deputata interessata, ho deciso di comminare una sanzione all'onorevole Giulia Moi per la sua condotta nei confronti degli assistenti parlamentari, qualificata come molestia psicologica. La sanzione consiste nella perdita del diritto all'indennità di soggiorno per un periodo di 12 giorni. La decisione è stata notificata in data odierna alla deputata interessata, che può presentare un ricorso interno contro tale decisione dinanzi all'Ufficio di presidenza conformemente all'articolo 167 del regolamento. Tale ricorso ha carattere sospensivo della sanzione."

PRESIDENZA: David-Maria SASSOLI
Vicepresidente

Intervengono Bruno Gollnisch (il Presidente fornisce alcune precisazioni), Eleonora Forenza, Udo Bullmann, Edouard Martin e Cécile Kashetu Kyenge.

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2019Avviso legale