Precedente 
 Seguente 
Regolamento del Parlamento europeo
9a legislatura - luglio 2019
EPUB 141kPDF 1209k
INDICE
NOTA BENE
COMPENDIO DEI PRINCIPALI ATTI GIURIDICI RELATIVI AL REGOLAMENTO

TITOLO IX : PETIZIONI

Articolo 227 : Esame delle petizioni

1.   Le petizioni ricevibili sono esaminate dalla commissione competente per le petizioni nel corso della sua normale attività, nell'ambito di una discussione durante una riunione ordinaria, oppure con procedura scritta. I firmatari possono essere invitati a partecipare alle riunioni della commissione qualora la loro petizione sia oggetto di discussione, oppure possono chiedere di essere presenti. Il diritto di parola è concesso ai firmatari a discrezione del presidente.

2.   Su una petizione ricevibile, la commissione può decidere di presentare una breve proposta di risoluzione al Parlamento, previa informazione della Conferenza dei presidenti di commissione e salvo obiezioni da parte della Conferenza dei presidenti. Tali proposte di risoluzione sono iscritte nel progetto di ordine del giorno della tornata che si svolge al più tardi dopo otto settimane dall'approvazione in commissione delle predette proposte di risoluzione. Esse sono oggetto di una votazione unica. La Conferenza dei presidenti può proporre di applicare l'articolo 160. In caso contrario, le proposte di risoluzione sono poste in votazione senza discussione.

3.   Qualora la commissione intenda elaborare una relazione di iniziativa a norma dell'articolo 54, paragrafo 1, su una petizione ricevibile, che tratti, in particolare, dell'applicazione o dell'interpretazione del diritto dell'Unione o di modifiche proposte al diritto vigente, la commissione competente per la materia trattata è associata a norma degli articoli 56 e 57. La commissione accetta senza votazione i suggerimenti relativi ad alcune parti della proposta di risoluzione ricevuti dalla commissione competente per la materia trattata se essi vertono sull'applicazione o sull'interpretazione del diritto dell'Unione o su modifiche al diritto vigente. Se la commissione non accetta tali suggerimenti, la commissione competente per il merito può presentarli direttamente all'Aula.

4.   I firmatari possono associarsi oppure ritirare il proprio sostegno a una petizione ricevibile sul portale delle petizioni, che è disponibile sul sito internet del Parlamento.

5.   La commissione può chiedere alla Commissione di assisterla, segnatamente mediante precisazioni sull'applicazione o il rispetto del diritto dell'Unione, nonché mediante la comunicazione di informazioni e documenti relativi alla petizione. Rappresentanti della Commissione sono invitati a partecipare alle riunioni della commissione.

6.   La commissione può chiedere al Presidente del Parlamento di trasmettere il suo parere o la sua raccomandazione alla Commissione, al Consiglio o all'autorità dello Stato membro in questione al fine di ottenere un suo intervento o una sua risposta.

7.   La commissione riferisce al Parlamento con periodicità annuale sui risultati delle proprie deliberazioni e, se del caso, sulle misure adottate dal Consiglio o dalla Commissione in relazione alle petizioni trasmesse dal Parlamento.

Una volta concluso l'esame di una petizione ricevibile, quest'ultima è archiviata con decisione della commissione.

8.   Il firmatario della petizione è informato di tutte le pertinenti decisioni adottate dalla commissione e dei relativi motivi.

9.   Una petizione può essere riaperta con decisione della commissione, se nuovi fatti pertinenti alla petizione sono stati sottoposti all'attenzione di quest'ultima e se il firmatario lo richiede.

10.   A maggioranza dei suoi membri, la commissione adotta orientamenti sul trattamento delle petizioni in conformità del presente regolamento.

Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2019Avviso legale