Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2015/0210(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0019/2016

Testi presentati :

A8-0019/2016

Discussioni :

Votazioni :

PV 25/02/2016 - 7.3
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0054

Testi approvati
PDF 234kWORD 61k
Giovedì 25 febbraio 2016 - Bruxelles Edizione definitiva
Adesione della Croazia alle convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari dell'Unione *
P8_TA(2016)0054A8-0019/2016

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 25 febbraio 2016 sulla raccomandazione di decisione del Consiglio concernente l'adesione della Croazia alla convenzione del 26 luglio 1995, elaborata in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea, relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee, il protocollo del 27 settembre 1996, elaborato in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea, della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee, il protocollo del 29 novembre 1996 concluso in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea, concernente l'interpretazione, in via pregiudiziale, da parte della Corte di giustizia delle Comunità europee, della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee e il secondo protocollo del 19 giugno 1997, elaborato in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea, della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee (COM(2015)0458 – C8-0296/2015 – 2015/0210(NLE))

(Consultazione)

Il Parlamento europeo,

–  vista la raccomandazione della Commissione al Consiglio (COM(2015)0458),

–  visto l'articolo 3, paragrafi 4 e 5, dell'atto di adesione della Croazia, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C8-0296/2015),

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (A8-0019/2016),

1.  approva la raccomandazione della Commissione;

2.  invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

3.  chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente il testo approvato dal Parlamento;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.

Avviso legale