Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2015/2197(DEC)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0089/2016

Testi presentati :

A8-0089/2016

Discussioni :

PV 27/04/2016 - 17
CRE 27/04/2016 - 17

Votazioni :

PV 28/04/2016 - 4.63
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0199

Testi approvati
PDF 181kWORD 81k
Giovedì 28 aprile 2016 - Bruxelles Edizione definitiva
Discarico 2014: impresa comune - Sicurezza della navigazione aerea (SESAR)
P8_TA(2016)0199A8-0089/2016
Decisione
 Decisione
 Risoluzione

1. Decisione del Parlamento europeo del 28 aprile 2016 sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune SESAR per l'esercizio 2014 (2015/2197(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi dell'impresa comune SESAR relativi all'esercizio 2014,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali dell'impresa comune SESAR relativi all'esercizio finanziario 2014 corredata della risposta dell'impresa comune(1),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(2), presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2014 a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2016 sullo scarico da dare all'impresa comune sull'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2014 (05587/2016 – C8-0053/2016),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(3), in particolare l'articolo 208,

–  visto il regolamento (CE) n. 219/2007 del Consiglio, del 27 febbraio 2007, relativo alla costituzione di un'impresa comune per la realizzazione del sistema europeo di nuova generazione per la gestione del traffico aereo (SESAR)(4), in particolare l'articolo 4 ter,

–  visto il regolamento (CE, Euratom) n. 2343/2002 della Commissione, del 19 novembre 2002, che reca regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 185 del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee(5),

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 1271/2013 della Commissione, del 30 settembre 2013 , che stabilisce il regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all’articolo 208 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(6), in particolare l'articolo 108,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per il controllo dei bilanci e il parere della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0089/2016),

1.  concede il discarico al direttore esecutivo dell'impresa comune SESAR per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune per l'esercizio 2014;

2.  esprime le sue osservazioni nella risoluzione in appresso;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione e la risoluzione che ne costituisce parte integrante al direttore esecutivo dell'impresa comune SESAR, al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

(1) GU C 422 del 17.12.2015, pag. 70.
(2) GU C 422 del 17.12.2015, pag. 72.
(3) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(4) GU L 64 del 2.3.2007, pag. 1.
(5) GU L 357 del 31.12.2002, pag. 72.
(6) GU L 328 del 7.12.2013, pag. 42.


2. Decisione del Parlamento europeo del 28 aprile 2016 sulla chiusura dei conti dell'impresa comune SESAR per l'esercizio 2014 (2015/2197(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi dell'impresa comune SESAR relativi all'esercizio 2014,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali dell'impresa comune SESAR relativi all'esercizio finanziario 2014 corredata della risposta dell'impresa comune(1),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(2), presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2014 a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2016 sullo scarico da dare all'impresa comune sull'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2014 (05587/2016 – C8-0053/2016),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(3), in particolare l'articolo 208,

–  visto il regolamento (CE) n. 219/2007 del Consiglio, del 27 febbraio 2007, relativo alla costituzione di un'impresa comune per la realizzazione del sistema europeo di nuova generazione per la gestione del traffico aereo (SESAR)(4), in particolare l'articolo 4 ter,

–  visto il regolamento (CE, Euratom) n. 2343/2002 della Commissione, del 19 novembre 2002, che reca regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 185 del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee(5),

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 1271/2013 della Commissione, del 30 settembre 2013, che stabilisce il regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all’articolo 208 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(6), in particolare l'articolo 108,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per il controllo dei bilanci e il parere della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0089/2016),

1.  approva la chiusura dei conti dell'impresa comune SESAR relativi all'esercizio 2014;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione al direttore esecutivo dell'impresa comune SESAR, al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

(1) GU C 422 del 17.12.2015, pag. 70.
(2) GU C 422 del 17.12.2015, pag. 72.
(3) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(4) GU L 64 del 2.3.2007, pag. 1.
(5) GU L 357 del 31.12.2002, pag. 72.
(6) GU L 328 del 7.12.2013, pag. 42.


3. Risoluzione del Parlamento europeo del 28 aprile 2016 recante le osservazioni che costituiscono parte integrante della decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune SESAR per l'esercizio 2014 (2015/2197(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  vista la sua decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune SESAR per l'esercizio 2014,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per il controllo dei bilanci e il parere della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0089/2016),

A.  considerando che l'impresa comune SESAR (l'"impresa comune") è stata istituita nel febbraio 2007 con il compito di gestire il programma di ricerca sulla gestione del traffico aereo nel cielo unico europeo (SESAR), che mira a modernizzare la gestione del traffico aereo in Europa;

B.  considerando che l'impresa comune SESAR 2 ha sostituito l'impresa comune SESAR nel giugno 2014 a seguito dall'adozione del regolamento del Consiglio (UE) n. 721/2014 e prolungato il periodo di funzionamento l'impresa comune per un periodo fino al 31 dicembre 2024;

C.  considerando che i progetti SESAR si articolano in una "fase di definizione" (2004-2007) sotto la guida di Eurocontrol, una prima "fase di sviluppo" (2008-2016), finanziata a titolo del periodo di programmazione 2008-2013 e gestita dall'impresa comune, e una "fase di realizzazione" (2014-2020) che viene svolta in parallelo con la "fase di sviluppo"; che secondo le previsioni la fase di realizzazione sarà diretta dall'industria e dalle parti interessate per la produzione e realizzazione su vasta scala della nuova infrastruttura di gestione del traffico aereo;

D.  considerando che l'impresa comune ha iniziato a operare autonomamente nel 2007;

E.  considerando che l'impresa comune è stata concepita come partenariato pubblico-privato di cui l'Unione ed Eurocontrol sono membri fondatori;

F.  considerando che la dotazione finanziaria per la fase di sviluppo del progetto SESAR nel periodo 2008-2016 è pari a 2 100 000 000 EUR, cui contribuiscono in parti uguali l'Unione, Eurocontrol e i partner pubblici e privati partecipanti;

Osservazioni generali

1.  osserva che la relazione della Corte contiene troppe osservazioni di carattere generale anziché osservazioni concrete e specifiche; chiede pertanto che l'audit ponga maggiormente l'accento sui risultati finanziari annuali, sullo stato di attuazione dei progetti pluriennali (compresa una chiara presentazione dell'esecuzione del bilancio per l'esercizio in questione e per quelli precedenti), nonché sui risultati e sull'attuazione;

2.  osserva che le istituzioni e gli organismi sono tenuti a trasmettere ogni anno una relazione sulla gestione di bilancio e finanziaria, e che le informazioni fornite dall'impresa comune in detta relazione, spesso incomplete, avrebbero dovuto essere maggiormente armonizzate; ritiene necessario che la Commissione fornisca orientamenti in merito alla natura e al contenuto della relazione;

3.  prende atto che il programma di lavoro 2016 della Corte dei conti comprende una relazione speciale sul controllo di gestione delle imprese comuni;

Gestione finanziaria e di bilancio

4.  rileva che il bilancio definitivo dell'impresa comune per l'esercizio 2014 comprendeva stanziamenti d'impegno per 13 119 600 EUR e stanziamenti di pagamento per 121 942 760 EUR(1);

5.  Il tasso di utilizzo degli stanziamenti d’impegno è stato del 99,4% (99,6% nel 2013). osserva che il tasso di utilizzo degli stanziamenti d’impegno è stato del 79,8% (94,4% nel 2013)(2);

6.  prende atto della proroga, da fine 2014 a inizio 2015, di tre pagamenti sulle 15 dichiarazioni annuali dei costi dei membri; invita l'impresa comune e i suoi membri a presentare le dichiarazioni di spesa in tempo utile e a evitare proroghe, nonché a garantire sempre una sana gestione delle sue risorse finanziarie;

7.  osserva che il regolamento finanziario dell'impresa comune per il periodo di programmazione 2014-2020 è stato adottato il 25 giugno 2015 dal consiglio di amministrazione(3), conformemente a una decisione di esecuzione della Commissione adottata il 4 giugno 2015, che, in riferimento al regolamento finanziario dell'impresa comune, concede deroghe al regolamento delegato (UE) n. 1271/2013 della Commissione;

8.  segnala che il 31 dicembre 2014 la fase di realizzazione dell'impresa comune aveva compreso lo svolgimento, da parte di 16 membri (incluso Eurocontrol), di lavori per progetti inerenti alle attività del programma cui avevano partecipato più di 100 enti pubblici e privati e subcontraenti; si compiace del fatto che dei 369 progetti del programma SESAR nell'ambito della quarta versione dell’accordo quadro multilaterale (AQM), 348 (94%) erano in fase di attuazione o erano stati ultimati(4);

9.  rileva che risultavano impegnati al 100% (556 milioni di EUR) i contributi di cofinanziamento dell'Unione e di Eurocontrol erogabili agli altri 15 membri (dal 1° gennaio 2014) in virtù della quarta rettifica dell'AQM; osserva inoltre che al 31 dicembre 2014 si prevedeva l'erogazione del 66% (EUR 369 milioni) e si prevedeva di versare il restante 34% (187 milioni di EUR) entro il 31 dicembre 2017(5);

10.  constata la mancanza di informazioni riguardo agli audit ex post effettuati dall'impresa comune SESAR e dall'impresa comune SESAR2; invita la Corte dei conti a inserire, nelle sue future relazioni, informazioni riguardanti il numero di audit ex post, gli importi totali coperti e le risultanze;

11.  osserva che l'esecuzione del bilancio assegnato al 7º programma quadro (7° PQ) è del 99,44% per gli impegni (13 046 425 EUR su un totale 13 119 600 EUR) e del 79,82% per i pagamenti (97 328 996 EUR su un totale di 121 942 760 EUR)(6); rileva inoltre che non sono disponibili importi per stanziamenti di impegno e di pagamento destinati a Orizzonte 2020; ritiene che, in assenza di una netta separazione tra il 7º PQ e Orizzonte 2020 per quanto concerne le informazioni relative all'attuazione, tali indicatori (stanziamenti e impegni) non garantiscono una reale valutazione dei risultati; invita l'impresa comune a fornire all'autorità di discarico i dati relativi all'esercizio finanziario 2014 e a inserire in forma disaggregata nelle future relazioni annuali dati relativi all'esecuzione del bilancio del 7° PQ e di Orizzonte 2020;

12.  osserva che i programmi dell'impresa comune finanziati dal 7º PQ sono ancora in corso; segnala che tali stanziamenti restano disponibili fino alla fine del 2016 in quanto la regolamentazione finanziaria dell'impresa comune permette di reintrodurre stanziamenti d'impegno e di pagamento fino a tre anni dopo la loro cancellazione dal bilancio dell'impresa comune; incoraggia l'impresa comune a pianificare il proprio bilancio con attenzione, tenendo debitamente conto del processo parallelo;

13.  deplora la quantità limitata di dati concernenti i contributi in natura e in denaro; chiede alla Corte dei conti di includere, nelle sue future relazioni, disposizioni in relazione alla procedura di valutazione e al livello di contributi in natura e in denaro per il 7º PQ e per Orizzonte 2020, da presentare in forma disaggregata;

Inviti a presentare proposte

14.  accoglie con favore il fatto che uno del principali risultati nel 2014 è stato l'avvio di un nuovo progetto attinente a operazioni di aviazione generale e aerogiri(7);

15.  evidenzia che nel giugno 2014 SESAR2 ha ripreso l'attività di SESAR; osserva che non vi sono informazioni sufficientemente chiare per quanto riguarda lo stato di attuazione di progetti SESAR (livello di pagamenti, piani di pagamenti per i prossimi anni);

Funzione di audit interno e servizio di audit interno della Commissione

16.  rileva che il servizio di audit interno dell'impresa comune ha svolto audit sulle risorse umane / assunzioni e sulla convalida delle autorizzazioni per "Accrual Based Accounting Workflow", nonché ha svolto altri servizi di certificazione e consulenza(8);

17.  osserva che il servizio di audit interno ha effettuato un audit sulla gestione del rischio seguito da una valutazione del rischio; al termine dell'audit sono state formulate e accettate tre raccomandazioni (di cui nessuna classificata "critica", due "molto importanti" e una "importante"); attualmente è in fase di di attuazione un piano d'azione(9);

18.  si compiace della firma di un memorandum di cooperazione con l'impresa comune Clean Sky 2 al fine di rafforzare i legami e potenziare le sinergie;

19.  deplora che l'impresa comune non abbia pubblicato una relazione sull'impatto socio-economico delle proprie attività; invita l'impresa comune a presentare all'autorità di discarico detta relazione.

Gestione del rischio

20.  riconosce che, nel 2014, l'impresa comune ha intrapreso due importanti revisioni al fine di rivalutare i principali rischi legati al programma e le relative misure di attenuazione; constata che la revisione ha portato a un elenco di 33 rischi legati al programma e all'impresa comune, di cui nove sono stati considerati "rischi elevati" a causa del loro livello di criticità; ritiene che, nel 2014, una serie di fattori esterni abbia dato luogo a incertezza sul futuro del programma e abbia portato all'individuazione di un numero di rischi più elevato del solito (previsioni economiche incerte, un nuovo quadro finanziario pluriennale nonché cambiamenti organizzativi nell'impresa comune e nella DG di riferimento, ecc.); accoglie con favore il fatto che l'impresa abbia posto o stia ponendo in atto delle azioni correttive specifiche;

Ruolo dell'impresa comune

21.  segnala il ruolo essenziale svolto dall'impresa comune nel coordinamento e nell'applicazione delle ricerche del progetto SESAR, pilastro del Cielo unico europeo; rileva altresì che il 2014 segna l'inizio della fase di realizzazione del progetto SESAR; plaude, a tale proposito, all'istituzione di un gestore della realizzazione di SESAR per monitorare l'applicazione delle nuove soluzioni operative e dei miglioramenti tecnologici sviluppati dal progetto SESAR e riferire in merito, assicurandone un'attuazione efficace;

22.  incoraggia l'impresa comune e il gestore della realizzazione a collaborare con gli Stati membri per incrementare il numero e la qualità dei progetti proposti nel quadro del programma sui trasporti del meccanismo per collegare l'Europa (CEF); rammenta la posizione del Parlamento europeo nella procedura di bilancio a favore del recupero degli importi complessivi trasferiti dal CEF al Fondo europeo per gli investimenti strategici.

(1) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, allegato I, pag. 2.
(2) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, pag. 7.
(3) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, pag. 8.
(4) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, pag. 7.
(5) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, pag. 7.
(6) Conti finali SESAR, pag. 36.
(7) Relazione annuale di attività, pag. 33.
(8) Relazione della Corte dei conti per l'esercizio finanziario 2014, pag. 8.
(9) Relazione annuale di attività, pag. 119.

Avviso legale