Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2016/0047(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0358/2016

Testi presentati :

A8-0358/2016

Discussioni :

Votazioni :

PV 14/12/2016 - 9.14
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0501

Testi approvati
PDF 347kWORD 52k
Mercoledì 14 dicembre 2016 - Strasburgo Edizione definitiva
Programma di ricerca del fondo di ricerca carbone e acciaio *
P8_TA(2016)0501A8-0358/2016

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 14 dicembre 2016 sulla proposta di decisione del Consiglio che modifica la decisione 2008/376/CE relativa all'adozione del programma di ricerca del fondo di ricerca carbone e acciaio e agli orientamenti tecnici pluriennali per tale programma (COM(2016)0075 – C8-0099/2016 – 2016/0047(NLE))

(Consultazione)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2016)0075),

–  visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 2, secondo comma, del protocollo n. 37 relativo alle conseguenze finanziarie della scadenza del trattato CECA e al fondo di ricerca carbone e acciaio, allegato al trattato sull'Unione europea e al trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C8-0099/2016),

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (A8-0358/2016),

1.  approva la proposta della Commissione quale emendata;

2.  invita la Commissione a modificare di conseguenza la sua proposta, in conformità dell'articolo 293, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dell'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica;

3.  invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

4.  chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente la proposta della Commissione;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.

Testo della Commissione   Emendamento
Emendamento 1
Proposta di decisione
Considerando 3
(3)  È necessario rivedere le norme sulle competenze e sulla composizione dei gruppi consultivi e dei gruppi tecnici, in particolare per quanto riguarda le caratteristiche degli esperti nominati dalla Commissione, con l'obiettivo di garantire una maggiore trasparenza nonché conformità e coerenza con l'inquadramento dei gruppi di esperti della Commissione, e di contribuire, per quanto possibile, a una rappresentanza equilibrata delle aree di competenza interessate e dei settori di interesse nonché a un ottimale equilibrio di genere.
(3)  È necessario rivedere le norme sulle competenze e sulla composizione dei gruppi consultivi e dei gruppi tecnici, per portare a conoscenza delle pertinenti parti interessate le delibere di tali gruppi, in particolare per quanto riguarda le caratteristiche e l'influenza esercitata dagli esperti nominati dalla Commissione, con l'obiettivo di garantire una maggiore trasparenza nonché conformità e coerenza con l'inquadramento dei gruppi di esperti della Commissione, e di contribuire, per quanto possibile, a una rappresentanza equilibrata delle aree di competenza interessate e dei settori di interesse nonché a un ottimale equilibrio di genere. È tuttavia necessario rispettare la decisione della Commissione, del 30 maggio 2016, che stabilisce norme orizzontali per la creazione e il funzionamento dei gruppi di esperti della Commissione, nonché la risoluzione del Parlamento europeo sul controllo del registro e la composizione dei gruppi di esperti della Commissione.
Emendamento 2
Proposta di decisione
Considerando 4
(4)  È opportuno prendere in considerazione una semplificazione delle regole di finanziamento, onde facilitare la partecipazione delle piccole e medie imprese (PMI) al programma del fondo di ricerca carbone e acciaio e consentire il ricorso a "costi unitari" ai fini del calcolo dei costi per il personale ammissibili per i proprietari di PMI e altre persone fisiche che non percepiscono una retribuzione.
(4)  È opportuno sostenere la partecipazione globale delle piccole e medie imprese (PMI) al programma del fondo di ricerca carbone e acciaio mediante, inter alia, la semplificazione delle regole, e consentire il ricorso a "costi unitari" ai fini del calcolo dei costi per il personale ammissibili per i proprietari di PMI e altre persone fisiche che non percepiscono una retribuzione.
Emendamento 3
Proposta di decisione
Considerando 5 bis (nuovo)
(5 bis)   I settori del carbone e dell'acciaio sono importanti per il processo di integrazione europea e hanno un ruolo chiave nel panorama industriale globale dell'Unione. Al tempo stesso, le condizioni di lavoro in tali settori sono impegnative e hanno spesso causato danni alla salute dei lavoratori e dei cittadini. Le imprese e gli impianti dovrebbero pertanto rispettare tutti i requisiti giuridici sulla responsabilità sociale, proporre soluzioni definitive, e ridurre al minimo le conseguenze sociali della transizione o chiusura degli impianti. È opportuno che le parti sociali siano consultate per quanto possibile sulle questioni legate alla responsabilità sociale.
Emendamento 16
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto -1 (nuovo)
Decisione 2008/376/CE
Articolo 3 – paragrafo 1 – lettera g
-1)  All'articolo 3, paragrafo 1, la lettera g) è soppressa.
Emendamento 4
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto -1 bis (nuovo)
Decisione 2008/376/CE
Articolo 6 – paragrafo 2 – lettera g bis (nuova)
-1 bis)   all'articolo 6, paragrafo 2, è aggiunta la lettera seguente:
"g bis) l’impatto sull'occupazione dei lavoratori e sulle popolazioni circostanti delle operazioni di estrazione;
Emendamento 5
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto -1 ter (nuovo)
Decisione 2008/376/CE
Articolo 6 – paragrafo 2 – lettera g ter (nuova)
-1 ter)   all'articolo 6, paragrafo 2, è aggiunta la lettera seguente:
"g ter) l’impatto sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori e delle popolazioni circostanti delle operazioni di estrazione;
Emendamento 20
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto -1 quater (nuovo)
Decisione 2008/376/CE
Articolo 8 – parte introduttiva
-1 quater)  All'articolo 8 la parte introduttiva è sostituita dal seguente testo:
"Le azioni di ricerca e sviluppo tecnologico (RST) sono intese a perfezionare i processi di produzione dell'acciaio, al fine di aumentare la qualità dei prodotti e la produttività. La riduzione delle emissioni, del consumo di energia e dell’impatto ambientale nonché un migliore uso delle materie prime e la conservazione delle risorse costituiscono parte integrante degli sviluppi perseguiti. I progetti di ricerca riguardano uno o più dei seguenti settori:"
"Le azioni di ricerca e sviluppo tecnologico (RST) sono intese a perfezionare i processi di produzione dell'acciaio, al fine di aumentare la qualità dei prodotti e la produttività. La riduzione delle emissioni, del consumo di energia e dell’impatto ambientale nonché un migliore uso delle materie prime e la conservazione delle risorse costituiscono parte integrante degli sviluppi perseguiti. I progetti di ricerca riguardano le tecnologie all'avanguardia in uno o più dei seguenti settori:"
Emendamento 6
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 1
Decisione 2008/376/CE
Articolo 21 – lettera i bis (nuova)
i bis)   valutazione dei progetti completati, della produzione di acciaio e di carbone nelle zone interessate;
Emendamento 7
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 2
Decisione 2008/376/CE
Articolo 22 – paragrafo 1 – comma 1
La composizione di ciascun gruppo consultivo è conforme alle tabelle riportate in allegato. I membri dei gruppi consultivi sono esperti nominati dal direttore generale della direzione generale per la Ricerca e l'innovazione per rappresentare un interesse comune condiviso dalle parti interessate. I membri non rappresentano una singola parte interessata, ma esprimono un parere comune alle varie organizzazioni di parti interessate.
La composizione di ciascun gruppo consultivo è conforme alle tabelle riportate in allegato. I membri dei gruppi consultivi sono esperti nominati dal direttore generale della direzione generale per la Ricerca e l'innovazione della Commissione per rappresentare un interesse comune condiviso dalle parti interessate. I membri agiscono a titolo individuale e non rappresentano una singola parte interessata, ma esprimono un parere comune alle varie organizzazioni di parti interessate.
Emendamento 8
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 2
Decisione 2008/376/CE
Articolo 22 – paragrafo 2 – comma 2
I membri esercitano un'attività nell'ambito interessato e sono a conoscenza delle priorità del settore.
I membri esercitano un'attività nell'ambito interessato e sono a conoscenza delle priorità industriali e del settore.
Emendamento 9
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 3
Decisione 2008/376/CE
Articolo 24 – paragrafo 1 – comma 2
I membri dei gruppi tecnici sono nominati a titolo personale dal direttore generale della direzione generale per la Ricerca e l'innovazione.
I membri dei gruppi tecnici sono nominati a titolo personale dal direttore generale della direzione generale per la Ricerca e l'innovazione della Commissione.
Emendamento 15
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 3
Decisione 2008/376/CE
Articolo 24 – paragrafo 3 bis (nuovo)
3 bis.   la Commissione è esortata a garantire la massima trasparenza possibile, compresa la pubblicazione dell'ordine del giorno, dei documenti di riferimento, dei verbali di voto e verbali dettagliati, nonché i pareri discordanti, in linea con la raccomandazione del Mediatore europeo;
Emendamento 10
Proposta di decisione
Articolo 1 – punto 9
Decisione 2008/376/CE
Articolo 39
Le disposizioni di cui all'articolo 40 del regolamento (CE) n. 1290/2013(*) si applicano per analogia alla nomina degli esperti indipendenti e altamente qualificati prevista all'articolo 18, all'articolo 28, paragrafo 2, e all'articolo 38.
Le disposizioni di cui all'articolo 40 del regolamento (UE) n. 1290/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio (*) si applicano per analogia alla nomina degli esperti indipendenti e altamente qualificati prevista all'articolo 18, all'articolo 28, paragrafo 2, e all'articolo 38, unitamente, per i gruppi di esperti nel loro complesso, alla decisione della Commissione, del 30 maggio 2016, che stabilisce norme orizzontali per la creazione e il funzionamento dei gruppi di esperti della Commissione, nonché la risoluzione del Parlamento europeo sul controllo del registro e la composizione dei gruppi di esperti della Commissione.
______________
___________________
(*) Regolamento (UE) n. 1290/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, che stabilisce le norme in materia di partecipazione e diffusione nell'ambito del programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) - Orizzonte 2020 e che abroga il regolamento (CE) n. 1906/2006 (GU L 347 del 20.12.2013, pag. 81).";
(*) Regolamento (UE) n. 1290/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013, che stabilisce le norme in materia di partecipazione e diffusione nell'ambito del programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) - Orizzonte 2020 e che abroga il regolamento (CE) n. 1906/2006 (GU L 347 del 20.12.2013, pag. 81).";
Avviso legale