Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2018/0905(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0380/2018

Testi presentati :

A8-0380/2018

Discussioni :

Votazioni :

PV 29/11/2018 - 8.5

Testi approvati :

P8_TA(2018)0470

Testi approvati
PDF 236kWORD 48k
Giovedì 29 novembre 2018 - Bruxelles Edizione provvisoria
Nomina del presidente del consiglio di vigilanza della Banca centrale europea
P8_TA-PROV(2018)0470A8-0380/2018

Decisione del Parlamento europeo del 29 novembre 2018 sulla proposta nomina del presidente del consiglio di vigilanza della Banca centrale europea (N8-0120/2018 – C8-0466/2018 – 2018/0905(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Banca centrale europea in data 7 novembre 2018 relativa alla nomina del presidente del consiglio di vigilanza della Banca centrale europea (C8‑0466/2018),

–  visto l'articolo 26, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 1024/2013 del Consiglio, del 15 ottobre 2013, che attribuisce alla Banca centrale europea compiti specifici in merito alle politiche in materia di vigilanza prudenziale degli enti creditizi(1),

–  visto l'accordo interistituzionale tra il Parlamento europeo e la Banca centrale europea sulle modalità pratiche dell'esercizio della responsabilità democratica e della supervisione sull'esecuzione dei compiti attribuiti alla Banca centrale europea nel quadro del meccanismo di vigilanza unico(2),

–  visto l'articolo 122 bis del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per i problemi economici e monetari (A8‑0380/2018),

A.  considerando che l'articolo 26, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 1024/2013 del Consiglio prevede che la Banca centrale europea presenti al Parlamento una proposta di nomina del presidente del suo consiglio di vigilanza e che il presidente sia scelto in base a una procedura di selezione aperta tra persone di riconosciuto prestigio e grande esperienza professionale in campo bancario e finanziario e che non sono membri del consiglio direttivo;

B.  considerando che l'articolo 26, paragrafo 2, del regolamento (UE) n. 1024/2013 del Consiglio prevede che le nomine del consiglio di vigilanza a norma di detto regolamento rispettino i principi di equilibrio di genere, esperienza e qualifica;

C.  considerando che, con lettera in data 7 novembre 2018, la Banca centrale europea ha presentato al Parlamento europeo una proposta concernente la nomina di Andrea Enria a presidente del consiglio di vigilanza;

D.  considerando che la commissione per i problemi economici e monetari ha valutato le qualifiche del candidato proposto, segnatamente in relazione alle condizioni di cui all'articolo 26, paragrafi 2 e 3, del regolamento (UE) n. 1024/2013 del Consiglio; che, nell'ambito di tale valutazione, la commissione ha ricevuto dal candidato proposto un curriculum vitae;

E.  considerando che la commissione per i problemi economici e monetari ha proceduto, il 20 novembre 2018, a un'audizione del candidato proposto, nel corso della quale egli ha rilasciato una dichiarazione preliminare e ha quindi risposto alle domande rivoltegli dai membri della commissione;

1.  approva la proposta della Banca centrale europea di nominare di Andrea Enria presidente del consiglio di vigilanza della Banca centrale europea;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione alla Banca centrale europea, al Consiglio e ai governi degli Stati membri.

(1) GU L 287 del 29.10.2013, pag. 63.
(2) GU L 320 del 30.11.2013, pag. 1.

Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2018Avviso legale