Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2018/2216(DEC)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0105/2019

Testi presentati :

A8-0105/2019

Discussioni :

PV 26/03/2019 - 12
CRE 26/03/2019 - 12

Votazioni :

PV 26/03/2019 - 13.49

Testi approvati :

P8_TA(2019)0290

Testi approvati
PDF 156kWORD 54k
Martedì 26 marzo 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria
Discarico 2017: impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 (FCH2)
P8_TA-PROV(2019)0290A8-0105/2019
Decisione
 Decisione
 Risoluzione

1. Decisione del Parlamento europeo del 26 marzo 2019 sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 (FCH 2) per l'esercizio 2017 (2018/2216(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" relativi all'esercizio 2017,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" relativi all'esercizio 2017, corredata della risposta dell'impresa comune(1),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(2), presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2017 a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2019 sul discarico da dare all'impresa comune per l'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2017 (05827/2019 – C8-0105/2019),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(3), in particolare l'articolo 209,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012(4), in particolare l'articolo 71,

–  visto il regolamento (UE) n. 559/2014 del Consiglio, del 6 maggio 2014, che istituisce l’impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2"(5), in particolare l'articolo 12,

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 110/2014 della Commissione, del 30 settembre 2013, che stabilisce il regolamento finanziario tipo degli organismi di partenariato pubblico-privato di cui all'articolo 209 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(6),

–  visti l'articolo 94 e l'allegato IV del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0105/2019),

1.  concede il discarico al direttore esecutivo dell'impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune per l'esercizio 2017;

2.  esprime le sue osservazioni nella risoluzione in appresso;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione e la risoluzione che ne costituisce parte integrante al direttore esecutivo dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2", al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

(1) GU C 452 del 14.12.2018, pag. 48.
(2) GU C 452 del 14.12.2018, pag. 50.
(3) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(4) GU L 193 del 30.7.2018, pag. 1.
(5) GU L 169 del 7.6.2014, pag. 108.
(6) GU L 38 del 7.2.2014, pag. 2.


2. Decisione del Parlamento europeo del 26 marzo 2019, sulla chiusura dei conti dell'impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 relativi all'esercizio 2017(2018/2216(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" relativi all'esercizio 2017,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" relativi all'esercizio 2017, corredata della risposta dell'impresa comune(1),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(2), presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2017 a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2019 sul discarico da dare all'impresa comune per l'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2017 (05827/2019 – C8-0105/2019),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(3), in particolare l'articolo 209,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) 2018/1046 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 luglio 2018, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione, che modifica i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014 e la decisione n. 541/2014/UE e abroga il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012(4), in particolare l'articolo 71,

–  visto il regolamento (UE) n. 559/2014 del Consiglio, del 6 maggio 2014, che istituisce l’impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2"(5), in particolare l'articolo 12,

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 110/2014 della Commissione, del 30 settembre 2013, che stabilisce il regolamento finanziario tipo degli organismi di partenariato pubblico-privato di cui all'articolo 209 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(6),

–  visti l'articolo 94 e l'allegato IV del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0105/2019),

1.  approva la chiusura dei conti dell'impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 relativi all'esercizio 2017;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione al direttore esecutivo dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2", al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

(1) GU C 452 del 14.12.2018, pag. 48.
(2) GU C 452 del 14.12.2018, pag. 50.
(3) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(4) GU L 193 del 30.7.2018, pag. 1.
(5) GU L 169 del 7.6.2014, pag. 108.
(6) GU L 38 del 7.2.2014, pag. 2.


3. Risoluzione del Parlamento europeo del 26 marzo 2019 recante le osservazioni che costituiscono parte integrante della decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune Celle a combustibile e idrogeno 2 per l'esercizio 2017 (2018/2216(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  vista la sua decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio dell'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" per l'esercizio 2017,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato IV del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0105/2019),

A.  considerando che l'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno" ("FCH") è stata costituita nel maggio 2008 quale partenariato pubblico-privato mediante il regolamento (CE) n. 521/2008 del Consiglio(1) per il periodo fino al 31 dicembre 2017, con l'obiettivo di concentrarsi sullo sviluppo di applicazioni commerciali e agevolare ulteriori sforzi industriali per una rapida introduzione delle tecnologie delle celle a combustibile e dell'idrogeno; che il regolamento (CE) n. 521/2008 è stato abrogato dal regolamento (UE) n. 559/2014 del Consiglio(2);

B.  considerando che il regolamento (UE) n. 559/2014 ha istituito l'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" ("FCH 2") nel maggio 2014, la quale sostituisce e subentra all'impresa FCH per il periodo fino al 31 dicembre 2024;

C.  considerando che i membri dell'impresa FCH sono l'Unione, rappresentata dalla Commissione, il gruppo industriale per l'iniziativa tecnologica congiunta "Celle a combustibile e idrogeno" e il gruppo di ricerca N.ERGHY;

D.  considerando che i membri dell'impresa FCH 2 sono l'Unione, rappresentata dalla Commissione, il gruppo industriale "New Energy World Industry Grouping" AISBL (in appresso "gruppo industriale"), rinominato Hydrogen Europe nel 2016, e il gruppo di ricerca per l'iniziativa tecnologica congiunta "Celle a combustibile e idrogeno" (New European Research Grouping on Fuel Cells and Hydrogen AISBL) (in appresso "gruppo di ricerca");

E.  considerando che il contributo massimo dell'Unione alla prima fase delle attività dell'impresa FCH 2 è pari a 470 000 000 EUR, a carico del Settimo programma quadro; che i contributi provenienti dagli altri membri devono essere almeno pari al contributo dell'Unione;

F.  considerando che, nell'impresa FCH 2, il contributo massimo dell'Unione è di 665 000 000 EUR a carico di Orizzonte 2020 e che i membri del gruppo industriale e del gruppo di ricerca dovrebbero apportare risorse pari ad almeno 380 000 000 EUR, compresi contributi in natura per i progetti nell'ambito di Orizzonte 2020, finanziati dall'impresa FCH 2, contributi in natura destinati alle attività aggiuntive (pari ad almeno 285 000 000 EUR) e contributi in denaro per i costi amministrativi;

Gestione finanziaria e di bilancio

1.  prende atto del fatto che, secondo la relazione della Corte dei conti (in appresso "la Corte") sui conti annuali dell'impresa FCH 2, i conti annuali relativi al 2017 presentano fedelmente, sotto tutti gli aspetti rilevanti, la posizione finanziaria della stessa al 31 dicembre 2017, nonché i risultati delle sue operazioni e i flussi di cassa e le variazioni dell'attivo netto per l'esercizio chiuso in tale data, conformemente alle disposizioni del regolamento finanziario dell'impresa e alle norme contabili adottate dal contabile della Commissione; rileva, altresì, che le norme contabili dell'impresa FCH 2 sono basate su norme contabili accettate a livello internazionale per il settore pubblico;

2.  osserva che il bilancio finale dell'impresa FCH 2 per l'esercizio 2017 comprende stanziamenti d'impegno per 127 800 000 EUR e stanziamenti di pagamento per 198 600 000 EUR; che gli stanziamenti di pagamento sono aumentati del 71,95 % e sono stati utilizzati principalmente ai fini del prefinanziamento degli inviti a presentare proposte relativi al 2016 e al 2017;

3.  rileva che complessivamente nel 2017 l'esecuzione del bilancio riguardo agli stanziamenti d'impegno e di pagamento ha raggiunto rispettivamente il 96 % e l'89 %;

Esecuzione del bilancio pluriennale a titolo del Settimo programma quadro

4.  osserva che in merito ai 490 000 000 EUR relativi ai fondi per le attività dell'impresa FCH (compresi 470 000 000 EUR in contributi in denaro da parte dell'Unione e 20 000 000 EUR di costi amministrativi da parte di altri membri), entro la fine del 2017, l'impresa FCH 2 aveva assunto impegni per 481 700 000 EUR ed effettuato pagamenti per 418 500 000 EUR; rileva che, secondo il piano di pagamento dell'impresa FCH per i progetti in corso del Settimo programma quadro, ulteriori 25 700 000 EUR saranno versati nel 2018 e 17 400 000 EUR negli anni successivi, raggiungendo complessivamente una previsione del 94,3 % del bilancio totale dell'impresa FCH;

5.  rileva che, dei 470 000 000 EUR di contributi in natura e in denaro a carico dei membri del gruppo industriale e del gruppo di ricerca a favore delle attività operative dell'impresa FCH, a fine 2017 il consiglio di direzione aveva convalidato contributi per 396 200 000 EUR; evidenzia che alla fine del 2017 sono stati notificati all'impresa FCH 2 contributi in natura aggiuntivi per le attività operative per un ammontare di 55 800 000 EUR, e sottolinea il fatto che, di conseguenza, alla fine del 2017 i contributi totali dei membri del gruppo industriale e del gruppo di ricerca all'impresa comune erano pari a 452 000 000 EUR rispetto al contributo dell'Unione di 405 800 000 EUR;

Esecuzione del bilancio pluriennale nell'ambito di Orizzonte 2020

6.  osserva che di 684 000 000 EUR di fondi di Orizzonte 2020 assegnati (compresi 665 000 000 EUR da contributi in denaro dell'Unione e 19 000 000 EUR di contributi in denaro per costi amministrativi da parte dei membri del settore industriale e della ricerca), l'impresa FCH 2 ha assunto impegni per 407 200 000 EUR (59,53 %) ed effettuato pagamenti per 223 300 000 EUR;

Altre questioni

7.  rileva che alla fine del 2017 i membri del gruppo industriale e del gruppo di ricerca avevano registrato contributi in natura pari a 25 100 000 EUR per le attività operative di 1 300 000 EUR, di cui 600 000 EUR erano stati convalidati dal consiglio di direzione dell'impresa FCH 2;

8.  prende atto del fatto che il contributo in denaro dell'Unione ammontava a 234 300 000 EUR alla fine del 2017;

9.  rileva che, relativamente al Settimo programma quadro, alla fine del 2017 erano stati effettuati 46 pagamenti per le relazioni periodiche intermedie e soprattutto finali, per un totale di 27 100 000 EUR; rileva che l'esecuzione del bilancio (in termini di stanziamenti di pagamento) è stata del 73,8 % (rispetto al 73,7 % del 2016);

10.  rileva che, per quanto riguarda Orizzonte 2020 e in termini di stanziamenti di pagamento, sono stati effettuati 40 pagamenti di prefinanziamento per i progetti relativi agli inviti a presentare proposte del 2016 e 2017, 8 pagamenti per studi e 2 a favore del centro comune di ricerca; rileva, inoltre, che l'esecuzione del bilancio (in termini di pagamenti) ha raggiunto il 93,3 % (rispetto al 98 % del 2016); prende atto con soddisfazione del fatto che, in termini di stanziamenti d'impegno, l'esecuzione del bilancio ha raggiunto il 99,8 % rispetto al 78,6 % nell'anno precedente, in seguito alla decisione di adottare due ulteriori progetti dall'elenco di riserva degli inviti a presentare proposte del 2017;

11.  osserva che il quarto piano delle attività aggiuntive, relativo al 2018, comprendente ulteriori attività certificabili per 250 160 000 EUR, è stato adottato dall'impresa FCH 2 nel dicembre 2017; che l'impresa comune FCH 2 ha sviluppato una metodologia che prevede validi controlli per la raccolta, la rendicontazione e la certificazione delle attività aggiuntive e include un modello di programma di audit e un certificato di audit ai fini della certificazione da parte di revisori esterni indipendenti;

Performance

12.  accoglie con favore la revisione degli indicatori chiave di prestazione di tipo tecnico-economici inclusi nell'addendum al programma di lavoro pluriennale approvato dal consiglio di direzione dell'impresa comune FCH 2; osserva che la maggior parte degli indicatori chiave di prestazione 2017 sono stati soddisfatti mentre i progetti ancora in corso sono sulla buona strada per conseguire gli obiettivi per il 2017 e oltre;

13.  osserva il fatto che il rapporto dei costi di gestione (bilancio amministrativo e operativo) rimane al di sotto del 5 %, il che indica una struttura organizzativa dell'impresa FCH 2 piuttosto snella ed efficiente;

14.  accoglie con favore il valore 2017 relativo all'effetto leva di 1,95 che supera l'effetto leva obiettivo per l'intero periodo dal 2014 al 2020;

15.  prende atto del fatto che gli esperti hanno riscontrato tra i partecipanti degli inviti a presentare proposte dell'impresa FCH 2 numerose case automobilistiche di prim'ordine, nonché le più importanti società energetiche e di pubblica utilità e che gli innovatori di primo piano sono ben rappresentati; prende atto altresì dell'impegno dell'industria nella pianificazione e nell'esecuzione del programma; osserva che gli esperti raccomandano di rafforzare l'approccio della catena del valore mediante una maggiore partecipazione degli utenti finali e dei clienti;

16.  si compiace del fatto che tutti gli inviti a presentare proposte sono stati pubblicati e chiusi secondo i rispettivi piani di lavoro e che i risultati relativi ai "tempi di concessione delle sovvenzioni" e ai "tempi di pagamento" sono rimasti ben al di sotto degli obiettivi definiti;

Audit interno

17.  rileva che nel 2017 l'impresa FCH 2 ha concluso l'attuazione di tutti i piani d'azione intesi ad affrontare le raccomandazioni relative agli audit del servizio di audit interno (SAI) sulla gestione dei risultati effettuati dal SAI nel 2016, ad eccezione di una azione; che nel 2017 il SAI ha effettuato un nuovo audit sul coordinamento con il centro comune di sostegno della Commissione e sull'attuazione dei suoi strumenti e servizi nell'impresa FCH 2; rileva inoltre che il 7 dicembre 2017 l'impresa FCH 2 ha ricevuto una relazione finale di audit da parte del SAI in merito a tale audit, che ha determinato tre raccomandazioni; accoglie con favore il fatto che l'impresa FCH 2 abbia accettato tutte le raccomandazioni e abbia inviato al SAI, in data 15 gennaio 2018, un piano d'azione che è stato successivamente accolto dal SAI nel gennaio 2018;

18.  rileva che lo sforzo di audit ex post è stato effettuato con l'avvio di 16 nuovi audit per il Settimo programma quadro, utilizzando il contratto quadro di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione con una società di revisione esterna; rileva che il tasso di errore residuo era inferiore al 2 %; osserva che nel 2017 sono stati avviati 11 nuovi audit per Orizzonte 2020; invita l'impresa FCH2 a riferire all'autorità di discarico in merito ai risultati di tali audit;

19.  osserva che sono state effettuate la valutazione finale della Commissione sull'impresa FCH per il periodo 2008-2016 e la valutazione intermedia sull'impresa FCH 2 nel quadro di Orizzonte 2020 per il periodo 2014-2016, e che il consiglio di direzione ha approvato un piano d'azione del quale sono già state avviate diverse azioni, con la previsione di completare la maggior parte del programma tra il 2018 e il 2019, ma tenendo conto del fatto che un numero esiguo di azioni dovrebbe essere attuato entro il successivo periodo di programmazione;

Controlli interni

20.  accoglie con favore il fatto che l'impresa FCH 2 abbia istituito procedure di controllo ex ante basate su esami documentali finanziari e operativi, e audit ex post sui beneficiari delle sovvenzioni per i pagamenti intermedi e finali del Settimo programma quadro e sulle dichiarazioni di spesa dei progetti di Orizzonte 2020, mentre la Commissione è responsabile degli audit ex post; si compiace del fatto che il tasso di errore residuo relativo agli audit ex post alla fine del 2017 sia stato pari all'1,13 %, che secondo la Corte è inferiore alla soglia di rilevanza;

21.  rileva con soddisfazione che l'impresa FCH 2 ha adottato, nel novembre 2017, norme in materia di prevenzione e gestione dei conflitti di interesse riguardanti il personale e gli organismi della stessa;

22.  prende atto del fatto che, nel 2017, l'impresa FCH 2, insieme al Servizio comune di audit della direzione generale della Ricerca e dell'innovazione, ha avviato il primo audit ex-post relativo a un campione casuale di dichiarazioni di spesa intermedie di Orizzonte 2020; invita l'impresa FCH 2 a riferire all'autorità di discarico in merito ai risultati di tale audit;

23.  osserva che al 31 dicembre 2017 il numero totale di posti occupati nell'impresa FCH 2 ammontava a 26, in rappresentanza di 11 diversi Stati membri;

24.  accoglie con favore le numerose attività di comunicazione organizzate nel 2017 che hanno contribuito ulteriormente ad accrescere la visibilità dell'impresa FCH2.

(1) Regolamento (CE) n. 521/2008 del Consiglio, del 30 maggio 2008, che istituisce l'Impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno" (GU L 153 del 12.6.2008, pag. 1).
(2) Regolamento (UE) n. 559/2014 del Consiglio, del 6 maggio 2014, che istituisce l'impresa comune "Celle a combustibile e idrogeno 2" (GU L 169 del 7.6.2014, pag. 108).

Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2019Avviso legale