Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2019/2137(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0040/2019

Testi presentati :

A9-0040/2019

Discussioni :

Votazioni :

PV 27/11/2019 - 6.2

Testi approvati :

P9_TA(2019)0068

Testi approvati
PDF 141kWORD 47k
Mercoledì 27 novembre 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria
Mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Grecia
P9_TA-PROV(2019)0068A9-0040/2019
Risoluzione
 Allegato

Risoluzione del Parlamento europeo del 27 novembre 2019 sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Grecia (COM(2019)0496 – C9-0144/2019 – 2019/2137(BUD))

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2019)0496 – C9-0144/2019),

–  visto il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio, dell'11 novembre 2002, che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea(1),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(2), in particolare l'articolo 10,

–  visto l'accordo interistituzionale del 2 dicembre 2013 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(3), in particolare il punto 11,

–  vista la lettera della commissione per lo sviluppo regionale,

–  vista la relazione della commissione per i bilanci (A9-0040/2019),

1.  accoglie con favore la decisione quale dimostrazione della solidarietà dell'Unione nei confronti dei cittadini e delle regioni dell'Unione colpiti da catastrofi naturali;

2.  ricorda che il Fondo di solidarietà dell'Unione europea ("il Fondo") mira a rispondere in modo rapido ed efficiente alle situazioni di emergenza quale espressione di solidarietà; sottolinea, a tal proposito, che le procedure interne per l'erogazione finale dell'assistenza finanziaria tramite il Fondo non dovrebbero comportare alcun tipo di ritardo, poiché le catastrofi naturali solitamente causano danni ingenti che interferiscono gravemente con la vita quotidiana delle persone e con le economie locali;

3.  rileva che, secondo la relazione della Commissione, 265 252 381 EUR dell'assegnazione del Fondo sono rimasti inutilizzati nel 2018 e sono stati riportati al 2019 e che, per il 2019, restano disponibili 557 530 278 EUR;

4.  sottolinea l'urgente necessità di prestare assistenza finanziaria a titolo del Fondo a tutte le regioni colpite dalle catastrofi naturali verificatesi nell'Unione nel corso del 2019;

5.  approva la decisione allegata alla presente risoluzione;

6.  sottolinea la necessità di erogare quanto prima e in tempi ragionevoli l'importo rimanente, dal momento che le operazioni di recupero a Creta dovrebbero essere concluse immediatamente a causa delle condizioni meteorologiche avverse che tendono a verificarsi sempre più spesso a Creta e in altre regioni della Grecia;

7.  incarica il suo Presidente di firmare tale decisione congiuntamente al Presidente del Consiglio e di provvedere alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

8.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione, compreso l'allegato, al Consiglio e alla Commissione.

(1) GU L 311 del 14.11.2002, pag. 3.
(2) GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.
(3) GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1.


ALLEGATO: DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

relativa alla mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Grecia

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio, dell'11 novembre 2002, che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea(1), in particolare l'articolo 4, paragrafo 3,

visto l'accordo interistituzionale, del 2 dicembre 2013, tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(2), in particolare il punto 11,

vista la proposta della Commissione europea,

considerando quanto segue:

(1)  Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea ("il Fondo") è destinato a consentire all'Unione di rispondere in modo rapido, efficiente e flessibile alle situazioni di emergenza per dimostrare solidarietà con la popolazione delle regioni colpite da catastrofi naturali.

(2)  Per il Fondo è fissato un massimale annuo pari a 500 000 000 EUR (a prezzi 2011), come stabilito all'articolo 10 del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio(3).

(3)  Il 15 maggio 2019 la Grecia ha presentato una domanda di mobilitazione del Fondo in seguito alle piogge e alle tempeste di eccezionale intensità che hanno colpito Creta tra il 23 e il 26 febbraio 2019 con conseguenti inondazioni e frane.

(4)  La domanda della Grecia è conforme alle condizioni per la concessione di un contributo finanziario del Fondo, come stabilito all'articolo 4 del regolamento (UE) n. 2012/2002.

(5)  È opportuno pertanto procedere alla mobilitazione del Fondo per fornire un contributo finanziario alla Grecia.

(6)  Con la decisione (UE) 2019/277 del Parlamento europeo e del Consiglio(4), il Fondo è stato mobilitato per fornire l'importo di 50 000 000 EUR in stanziamenti di impegno e di pagamento per il versamento di anticipi per l'esercizio finanziario 2019. Tali stanziamenti sono stati utilizzati solo in misura molto limitata. Di conseguenza vi è la possibilità di finanziare integralmente l'importo della presente mobilitazione mediante la riassegnazione degli stanziamenti disponibili per il versamento di anticipi nel quadro del bilancio generale dell'Unione per l'esercizio finanziario 2019.

(7)  Al fine di ridurre al minimo i tempi di mobilitazione del Fondo, è opportuno che la presente decisione si applichi a decorrere dalla data della sua adozione,

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

Nel quadro del bilancio generale dell'Unione per l'esercizio 2019, il Fondo di solidarietà dell'Unione europea è mobilitato per erogare alla Grecia l'importo di 4 552 517 EUR in stanziamenti di impegno e di pagamento.

L'importo di cui al primo comma è finanziato integralmente dagli stanziamenti mobilitati per il versamento di anticipi disponibili nel bilancio dell'Unione per l'esercizio finanziario 2019. Gli stanziamenti disponibili per il versamento degli anticipi sono ridotti di conseguenza.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Essa si applica a decorrere dal ... [data dell'adozione](5)*.

Fatto a [...], il

Per il Parlamento europeo Per il Consiglio

Il presidente Il presidente

(1) GU L 311 del 14.11.2002, pag. 3.
(2) GU C 373 del 20.12.2013, pag.1.
(3) Regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020 (GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884).
(4) Decisione (UE) 2019/277 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 dicembre 2018, relativa alla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per il versamento degli anticipi a titolo del bilancio generale dell'Unione per il 2019 (GU L 54 del 22.2.2019, pag. 5).
(5)**Data da inserire a cura del Parlamento prima della pubblicazione nella GU.

Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2019Avviso legale