| Home |

Nota tematica n. 42
La minoranza russa negli Stati Baltici e l'ampliamento dell'Unione europea

Il presente documento non riflette necessariamente la posizione del Parlamento europeo in quanto istituzione.


INDICE

1. INTRODUZIONE

II. CONTESTO STORICO

III. ESTONIA

1. Situazione giuridica
2. Attuali questioni sociali

IV. LETTONIA

1. Situazione giuridica
2. Attuali questioni sociali

22. LITUANIA

VI. L’UNIONE EUROPEA

ALLEGATO

| Top |


I. INTRODUZIONE

Il Consiglio europeo ha definito i criteri di adesione all’Unione europea in occasione del Vertice di Copenaghen del 1993, uno dei quali richiede "che il paese candidato abbia raggiunto una stabilità istituzionale che garantisca la democrazia, il principio di legalità, i diritti umani, il rispetto e la protezione delle minoranze". È proprio in relazione a questo specifico criterio, e in particolare all’esigenza di garantire i diritti della minoranza russa, che sono stati espressi alcuni timori riguardo alle domande di adesione all’Unione europea presentate dagli Stati baltici.

Partendo da un’analisi del contesto storico nel quale è maturata l’attuale situazione, il presente documento illustra la posizione di ciascuno degli Stati baltici attraverso una dettagliata descrizione dei più recenti sviluppi giuridici in materia di cittadinanza.


| Home |
© Ampliamento: 1999-05-03