L'Unione europea dispone di un proprio potere legislativo ed esecutivo, nonché di un sistema giudiziario indipendente e di una Banca centrale, sostenuti e integrati da una serie di istituzioni e organi le cui competenze discendono dai trattati costitutivi. Nel corso degli anni e dei trattati successivi, le competenze dell'Unione sono cambiate significativamente e lo stesso è accaduto per le procedure decisionali che ormai seguono il Parlamento europeo e il Consiglio per legiferare sulla maggior parte delle politiche dell'UE. Inoltre, al fine di conseguire i propri obiettivi, l'Unione è dotata di un proprio bilancio. Il trattato di Lisbona stabilisce che il Parlamento e il Consiglio decidano su un piano di parità in merito all'intero bilancio dell'UE e al quadro finanziario pluriennale.