Le politiche strutturali sono intese a promuovere la coesione economica, sociale e territoriale nell'UE, sostenendo la creazione di posti di lavoro, la competitività, la ricerca e l'innovazione e lo sviluppo sostenibile, nonché migliorando la qualità della vita dei cittadini europei. La coesione, l'agricoltura, la pesca e i trasporti sono settori nei quali l'Unione ha voce in capitolo. Uno degli obiettivi prioritari dell'UE consiste nel ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle regioni. La politica agricola comune mira a garantire agli agricoltori un tenore di vita equo e ad assicurare la disponibilità dei prodotti a prezzi ragionevoli per i consumatori, promuovendo al contempo pratiche sostenibili. La politica comune della pesca è finalizzata a garantire una pesca e un'acquacoltura sostenibili, nonché redditi e occupazione stabili per tutti i produttori, avvalendosi di misure di mercato e finanziarie a sostegno di tali obiettivi. Oggi la mobilità sostenibile, unitamente all'apertura dei mercati dei trasporti e alla creazione della rete transeuropea dei trasporti, rappresenta una sfida importante. Il turismo, la cultura, l'istruzione e lo sport sono settori nei quali l'Unione svolge un ruolo attivo.