skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Festival d'Europa a Firenze

Il Festival d'Europa, che si è svolto dal 6 al 10 maggio 2011, è stata una manifestazione ideata e organizzta dall'Istituto Universitario Europeo in collaborazione con l'Ufficio d'Informazione del Parlamento europeo in Italia, la Rappresentanza della Commissione europea in Italia, il Dipartimento per le Politiche Europee e il Comune di Firenze, per portare in primo piano l'attualità e soprattutto il futuro dell'Unione Europea e per lanciare Firenze come capitale culturale d'Europa.

Durante questi cinque giorni i 150 eventi organizzati, fra convegni, concerti, spettacoli, conferrenze e workshop, 30 mostre e una Notte Blu lunga 27 ore, hanno coinvolto i cittadini di tutta Europa e di del mondo che si sono incontrati a Firenze pre dibattere sul futuro dell'Unione.
Inoltre i tre padiglioni allestiti - il Padiglione Europa, il Padiglione delle Nazioni, il Padiglione dedicato alla campagna Youth on the Move - hanno trasformato Piazza della Signoria nel Villaggio Europa, il luogo più vivace del vecchio Continente dove è stato possibile raccogliere informzioni sulle opportunità dell'Unione Europea e assistere alle performances degli artisti europeo nell'angolo più suggestivo di Firenze: la Loggia del Lanzi dipinta di blu, il colore dell'Europa.

Notevole la partecipazione dei cittadini: oltre 50 mila coloro che hanno partecipato a incontri, workshop, convegni, mostre e propiezioni cinematografiche, in 20 mila hannio affollato i padiglioni allestiti per il Festival , oltre 15 mila i cittadini che hanno partecipato alla Notte Blu. Da mettere in conto la macchina organizzativa messa in campo che con centinaia di addetti ai lavori hanno reso possibile questa straordinaria edizione del Festival d'Europa.

Lo Stato dell'Unione

Evento centrale del calendario del Festival d'Europa è stato la conferenza internazionale "The State of the Unione" che ha visto i grandi personaggi d'Europa confrontarsi sulle politiche comunitarie nei diversi settori, sull'attutalità politica, economica e sociale e sul futuro dell'Unione dopo il Trattato di Lisbona. In Palazzo Vecchio sono intervenuti, fra gli altri, Jerzy Buzek, Presidente del Parlamento europeo, Andoulla Vassiliou, Commissario europeo per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, Carlo Casini, Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento europeo, Franco Frattini, Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, Mario Monti, ex Commissario UE, Lorenzo Bini Smaghi, membro dell'Executive Board dell Banca Centrale Europea, Dimitris Tsigos, presidente YES, European COnfederation of Young Entrepeneurs e Josep Borrell, Presidente dell'Istituto Universitario Europeo, IUE. A portare il suo saluto al Festival d'Europa anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano intervenuto a State of Union con un collegamento video in diretta dal Quirinale.

Il Festival d'Europa è stato seguito dai principali media internazionali e nazionali, come Rai GR Parlamento, Rai Radio 3, Ansa, inToscana, Euronews, Euranet, EurActiv, PressEurop e Skytg24.

 .
 .
 .
 .
 .

Padiglione Europa

L'Ufficio d'Informazione in Italia del Parlamento europeo, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea ed il Dipartimento della Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il MAE e le Reti di informazione sull'Unione europea, hanno partecipato congiuntamente all'organizzazione e all'allestimaneto del Padiglione Europa in Piazza della Signoria a Firenze. Nello stand hanno avuto luogo numerosi eventi e workshop rivolti al grande pubblico, incentrati su alcuni temi e delle politiche più rilevanti per i cittadini dell'Unione europea. Inoltre, all'interno della struuttura i cittadini hanni avuto la possibilità sia di richiedere informazioni specifiche sui diritti, opportunità e finanziamenti offerti dai vari programmi dell'Unione europea, sia incontrare e dialogare con personale speializzato. Ogni giorno quattro appuntamenti, alle ore 10, alle 12, alle 16 e alle 18 per un totale di 20 eventi legati tutti da un filo rosso: la "Stategia Europa 2020".

Diverse sono state le iniziative promosse ed organizzate dall'Ufficio in Italia del Parlamento europeo che hanno coinvolto i cittadini.

 .
 

Alcune immagini del Festival d'Europa

Intervista al Presidente Buzek

 .