skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano "apre" le porte dell'Europa ai bambini

Roma, 13 febbraio 2009

Un maestro d'eccezione, almeno per un giorno. È stato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il 13 febbraio, ad accompagnare gli studenti della scuola elementare Visconti nella visita inaugurale al nuovo Spazio Europa, un mondo europeo in miniatura nel cuore di Roma, in via IV Novembre 149.

Dopo lo scoprimento di una targa celebrativa, Il Capo dello Stato e sua moglie, la signora Clio, hanno visitato la nuova struttura, facendo da guida ai ragazzi alla scoperta dell'Unione europea.
Napolitano ha ricordato i suoi anni da europarlamentare, mettendosi a disposizione dei ragazzi per loro domande sull'Europa di oggi e di domani: «Alcuni pensavano già 50 anni fa che erano quasi fatti gli Stati Uniti d'Europea, forse erano un po' troppo ottimisti. - ha ricordato - Ci sono sempre degli imprevisti, ci sono sempre delle resistenze, ma certamente voi li vedrete. Il programma dell'Europa si realizza a poco a poco, quindi datevi da fare perché l'Europea soddisfi le vostre aspirazioni.»
Il Presidente della Repubblica ha poi ricordato la sua partecipazione alla Commissione Affari Costituzionali del Parlamento europeo: «In Italia per fortuna abbiamo una Costituzione e teniamocela stretta. - ha affermato - Quella per una costituzione europea è una strada lunga, e sono convinto che ci arriveremo.»

All'inaugurazione erano presenti il Vice Presidente del Parlamento europeo Luigi Cocilovo, il Commissario europeo agli Affari economici e monetari Joaquín Almunia, il Ministro per le Politiche
europee Andrea Ronchi, gli europarlamentari Roberta Angelilli, Giovanni Berlinguer, Giuseppe Gargani, Jas Gawronski, Pia Locatelli, Catiuscia Marini Pasqualina Napoletano, Luca Romagnoli, e Stefano Zappalà.
Ad introdurre Napolitano sono stati il direttore della Rappresentanza della Commissione europea in Italia Pier Virgilio Dastoli e la direttrice dell'Ufficio per l'Italia del Parlamento europeo Clara Albani, che ha ricordato come, dei vari Spazi Europa recentemente aperti in alcune capitali europee, quello di Roma sia l'unico dedicato appositamente ai giovani.

Il nuovo Spazio Europa, condiviso dall'Ufficio per l'Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, ospita il percorso edu-creativo «In Europa. L'Europa si svela agli occhi dei suoi giovani cittadini». Si tratta di una mostra permanente interattiva pensata per educare i ragazzi alla cittadinanza europea. Ad attendere gli studenti della scuola primaria e secondaria ci saranno due percorsi a tappe: uno per gli alunni tra i 6 ed i 12 anni e uno per i ragazzi più grandi, tra i 13 e i 18 anni. Due itinerari che condurranno i giovani e giovanissimi cittadini europei a imparare l'alfabeto dell'Unione Europea, la sua storia, i suoi valori, le sue istituzioni e le diversità che la compongono. Un modo nuovo di affrontare l'educazione civica, attraverso il gioco e il divertimento, per le ragazze ed i ragazzi delle scuole italiane.