skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
02/12/2010

Presentazione del libro "L'Azione esterna della Unione europea dopo Lisbona" a cura di Cosimo Risi

Nella settimana dedicata al Trattato di Lisbona, il 2 dicembre 2010 è stato presentato presso la Sala delle bandiere dell'Ufficio per l'Italia del Parlamento europeo il libro a cura di Cosimo Risi "L'azione esterna dell'Unione europea dopo Lisbona".

L'incontro si è aperto con i saluti e una breve introduzione del Direttore Generale Clara Albani. In seguito la parola è passata al Prof. Luigi Ferrari Bravo, che oltre ad aver scritto la prefazione del testo per l'occasione ha svolto il ruolo di moderatore. Il Prof. Bravo ha utilizzato una metafora molto rappresentativa per parlare dell'Europa paragonandola alla Sagrata Familia di Gaudi', una grande attrazione architettonica ma anche un cantiere aperto.
Nel corso dell'incontro sono intervenuti l' On. Gianni Pittella, Vice Presidente del Parlamento europeo e curatore della post fazione del libro, l'Amb. Giampiero Massolo (Segretario Generale del Ministero Affari Esteri), l'On. Sandro Gozi (Commissione Politiche Europee della Camera dei Deputati), l'On. Erminia Mazzoni (Presidente Commissione Petizioni del Parlamento europeo), il Prof. Roberto Aliboni (Vice Presidente IAI) e il Dott. Giuseppe Scanni (Giornalista, Direttore Relazioni Esterne ANAS).
Al termine degli interventi la parola è passata al Dott. Cosimo Risi il quale ha voluto salutare e ringraziare i relatori, e tutti quelli che hanno partecipato alla stesura del testo e i presenti in sala.
La presentazione del libro é stata un'occasione per commentare ed apprezzare il testo del Dott. Risi ma anche un'opportunità per riflettere sulle luci ed ombre del Trattato di Lisbona ad un anno dalla sua entrata in vigore.