skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Roma, 23 maggio 2011 - Commemorazione dei 25 anni della scomparsa di Altiero Spinelli

A 25 anni dalla scomparsa di Altiero Spinelli, il 23 maggio 2011, la Sala delle Bandiere del Parlamento Europeo in Italia ha ospitato l'evento "Per un'Europa libera e unita, Per un'Italia europea" in ricordo dello spirito federalista di uno dei padri fondatori dell'Europa

L'incontro, aperto dalla Direttrice dell'Ufficio di Informazione in Italia del Parlamento europeo Clara Albani, da Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea ed alcuni importanti esponenti del mondo federalista, é stato incentrato sui rinnovati neo nazionalismi e sulla possibili soluzioni che nelle idee di Spinelli trovano un importante supporto. Una delle prime voci che hanno animato il dibattito è stata quella del Vicepresidente del Parlamento europeo Gianni Pittella."Propongo un piano di ripresa in cinque punti" - ha affermato - "eurobond, esercito europeo, completamento del mercato interno, nuova cittadinanza euromediterranea, nuovo sistema elettorale per le elezioni europee del 2014 ma anche e soprattutto un rinnovamento della leadership politica". Oreste Calliano, Vicepresidente dell'Associazione universitaria di Studi europei, e Paola Gaiotti De Biase, esponente del federalismo europeo oltre che portavoce di "un'impellente e tragica necessità", hanno poi preso la parola. Entrambi hanno focalizzato l'attenzione sulla necessità di creare nei giovani una coscienza europea.Un contributo al dibattito è inoltre giunto dall'europarlamentare David Sassoli e dall'ex europarlamentare Roberto Musacchio. Ha poi preso la parola l'illustre Presidente del Consiglio Italiano del Movimento europeo, Pier Virgilio Dastoli, che ha incentrato la sua analisi tecnica su tre punti: crisi della sovranità degli Stati nazione, una nuova concezione delle relazioni sovranazionali ed una logica politica alla base di qualsiasi dibattito. Ha inoltre valorizzato la dignità umana come centrale al dibattito europeo sui diritti umani. Alla seconda parte del dibattito ha preso parte Francesco Rutelli, Presidente Onorario del Comitato nazionale Altiero Spinelli, che ha parlato di una necessità di adattare i partiti politici italiani ad una visione europeista e di non cadere in blasfeme prese di posizione contro l'Europa".