skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Roma, 26 maggio 2011 - incontro "Democrazia aperta e governo wiki", nuove forme di collaborazione tra cittadini e Stato

Il Parlamento europeo ha partecipato giovedí 26 maggio all'incontro "Democrazia e governo wiki - nuove forme di collaborazione tra cittadini e stato" tenutosi presso il Senato della repubblica.
L'incontro è stato organizzato da Zefiro, Fondazione per l'Europa del Mediterraneo, presieduta dal Vicepresidente del Parlamento europeo Gianni Pittella.

Al Convegno erano presenti Beth Noveck, già Direttrice dell'Open Government Initiative della Casa Bianca e autrice del libro "The Wiki Government", Alberto Cottica, fondatore di Kublai e autore di "Wikicrazia", Claudio Cipollini, Direttore Generale di Retecamere (Unioncamere) e, in sostituzione del Direttore Fabrizio Barca, Tito Bianchi del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Nel corso dell'incontro si è trattato il tema, di grande attualità, dell'Open Government, evidenziando come la scelta di impiegare l'innovazione e le nuove tecnologie nelle strategie di governo, consenta non solo di intensificare il contatto tra istituzioni e cittadini, ma anche di ridurre i costi di comunicazione e aumentare la solidità della democrazia.

L'iniziativa dell'Open Government affonda le sue radici nella campagna elettorale del Presidente Obama durante la quale più di 6 mila persone hanno lavorato per individuare i mezzi più efficaci per sostenerne l'elezione.

Tre le espressioni chiave individuate dai relatori: Democrazia aperta; Condivisione dei dati, intesa come presupposto necessario per abilitare i cittadini a collaborare con l'amministrazione, nonché vagliare ed elaborare autonomamente dati; Partecipazione in rete: richiesta dal governo ai cittadini al fine di offrire un contributo individuale per l'identificazione e la soluzione dei problemi. A tal proposito la Prof.ssa Noveck ha presentato il progetto pilota "peer to patent", esempio di come sia possibile rendere le istituzioni più efficienti mediante il contributo offerto da cittadini, scienziati ed esperti alla valutazione di proposte di brevetti.


In chiusura, il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella, ha colto l'occasione per proporre la realizzazione di una grande piattaforma digitale per il Mezzogiorno, volta a favorire il dialogo positivo tra la sponda Nord e la sponda Sud del Mediterraneo.