skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
27/10/2010

Roma - Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo

Il 27 ottobre 2010 la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO ha celebrato insieme a Cinecittà Luce s.p.a. la prima edizione italiana della Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo, proclamata dall'UNESCO e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per il Cinema e la collaborazione delle maggiori Cineteche e archivi audiovisivi italiani.

Il cuore della Giornata è stato la mostra multimediale con materiali fotografici e audiovisivi suddivisi in un arco temporale ricompreso tra il 1861 e il 1960. A contorno della mostra, è stato previsto un breve convegno di presentazione della Giornata Mondiale UNESCO, nonché della candidatura dell'Archivio storico di Cinecittà Luce s.p.a. all'iscrizione nel Registro della Memoria del Mondo, il programma UNESCO che valorizza i più importanti fondi archivistici e bibliotecari del pianeta, i luoghi fisici in cui è custodita la memoria dei popoli e delle culture, veri e propri patrimoni dell'umanità.

Sono intervenuti all'evento

Giovanni Puglisi (Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO), Luciano Sovena (Amministratore delegato Cinecittà Luce s.p.a.), Bruno Bottai (Presidente Società Dante Alighieri), Massimo Palumbo (Direzione Generale Comunicazione del Parlamento Europeo), Paolo Peluffo (Coordinatore del Comitato per i 150 anni dell'Unità d'Italia), Paola Carucci (Responsabile Archivio storico del Quirinale), Ermanno Taviani (Professore di storia contemporanea Università degli Studi di Catania), Folco Quilici (Membro della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO) è poi il vicepresidente dell'Ufficio per l'Italia del Parlamento europeo Massimo Palumbo ha illustrato le potenzialità della biblioteca digitale EUROPEANA.