skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
24/09/2010

Seminario per giornalisti

Bari, 24 settembre

Seminario di approfondimento sulla conoscenza delle istituzioni e delle politiche europee destinato ai giornalisti delle regioni del centro sud.

Il seminario, ha avuto luogo a Bari il 24 settembre 2010 presso la Sala conferenze dell'Ordine dei giornalisti della Puglia e s'è articolato in tre sessioni, dedicate rispettivamente alla crisi economica, le novità introdotte dal Trattato di Lisbona, le strategie e gli strumenti di comunicazione e informazione dell'Unione europea. S'è trattato di un evento desinato ai giornalisti delle regioni del centro sud per consentire loro di approfondire la conoscenza delle istituzioni e delle politiche europee. Gli interventi sono stati tenuti da europarlamentari, funzionari della Commissione, personalità accademiche e giornalisti. Sono intervenuti l'eurodeputato Pino Arlacchi, l'on. Raffaele Baldassarre, Vice Presidente della commissione giuridica del Parlamento europeo, il professor Gianfranco Viesti, ordinario di Politica economica all'Università di Bari, Luca Mattioti della Direzione generale Politica regionale, l'on. Crescenzio Rivellini, Presidente della Delegazione UE-Cina del Parlamento europeo, l'Europarlamentare Salvatore Tatarella. Fra le questioni affrontate relative ai nuovi assetti istituzionali: la nascita di una nuova politica estera, il peso relativo dell'Italia sulle politiche UE, l'allargamento e l'ingresso della Turchia. La parte del seminario relativa alla comunicazione nell'Unione europea è stata oggetto di un dibattito, a cui sono intervenuti: la professoressa Marina Castellaneta dell'Università di Bari e il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe Dimiccoli. Alcuni funzionari dell'Ufficio d'Informazione del Parlamento europeo per l'Italia e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea hanno poi illustrato i principali  strumenti di comunicazione delle istituzioni europee.  L'analisi quantitativa e qualitativa delle notizie riportate da giornali, radio e TV, alcune inefficienze della comunicazione istituzionale, specie a livello di siti internet, il necessario raccordo con la stampa regionale e locale, sono stati tra i punti principali della discussione successiva.