skip to content

  Mobilitazione del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione

 

Martedì 6 ottobre sarà discussa e votata in Plenaria la relazione di Monika Vana (Verdi/ALE, AT) per la commissione Bilanci (BUDG) sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilitazione del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione, presentata dall'Italia per il ricollocamento di 184 lavoratori della compagnia aerea Alitalia.

La domanda contiene una descrizione del sistema di gestione e di controllo che specifica le responsabilità degli organismi coinvolti. L'Italia ha comunicato alla Commissione che il contributo finanziario sarà gestito dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali – direzione generale per le Politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione (MLPS – DG PASLF).

La richiesta italiana riguardava 1.249 beneficiari ammissibili in esubero dal Gruppo Alitalia. La relatrice si rammarica che di questi solo 184 (14,7%) beneficeranno delle misure proposte, che rappresentano una percentuale molto bassa del totale dei lavoratori collocati in esubero.


I collocamenti si concentrano principalmente nella regione di livello NUTS6 2 del Lazio (ITI4).

Il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) offre un sostegno a coloro che hanno perso il lavoro a seguito di importanti mutamenti strutturali del commercio mondiale dovuti alla globalizzazione, ad esempio in caso di chiusura di un'impresa o delocalizzazione di una produzione in un paese extra UE, oppure a seguito della crisi economica e finanziaria mondiale.

Il FEG dispone di una dotazione annua massima di 150 milioni di euro per il periodo 2014-2020 e può finanziare fino al 60% del costo di progetti destinati ad aiutare i lavoratori in esubero a trovare un altro impiego o avviare una propria attività.

In linea di massima, il Fondo può intervenire soltanto in caso di oltre 500 esuberi da parte di un'unica impresa (inclusi i suoi fornitori e produttori a valle), oppure di un elevato numero di esuberi in un determinato settore o in regioni confinanti.
 
 .
Pagina web della Commissione BUDG