skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Chi sono i tre presidenti italiani delle commissioni parlamentari

In questa pagina pubblichiamo tre brevi ritratti, per farvi conoscere meglio i tre presidenti: Silvia Costa (CULT), Roberto Gualtieri (ECON) e Giovanni La Via (ENVI).

photo Silvia Costa
Gruppo dell'Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo
Circoscrizione elettorale: Centrale
Partito nazionale: Partito Democratico - PD
Membro della Conferenza dei presidenti di commissione (CPCO)

Commissioni:
CULT Commissione cultura e istruzione, Presidente
EMPL Commissione per l'occupazione e gli affari sociali (membro sostituto)

D-AL Delegazione alla commissione parlamentare di stabilizzazione e di associazione (SAPC) UE-Albania

Parlement européen
Bât. Altiero Spinelli - 15G309
60, rue Wiertz
B-1047 Bruxelles

+32(0)2 28 45514
+32(0)2 28 49514
silvia.costa@europarl.europa.eu
Sito web
Scheda personale

Silvia Costa è nata a Firenze nel 1949. Si è laureata in Lettere moderne all'Università di Roma ed è giornalista professionista. Ha collaborato a riviste, quotidiani, alla realizzazione di programmi televisivi Rai, ed è stata redattore del quotidiano “Il Popolo”.

Nel corso della sua carriera politica si è spesso occupata di cultura e istruzione. Dapprima come Consigliere al comune di Roma, nelle Commissioni Scuola e Cultura; poi quale membro della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei deputati, dove è stata eletta per tre Legislature (1983-1994). E' stata inoltre componente della Commissione Parlamentare di Vigilanza sulla Rai.

Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica (1993/94) nel Governo Ciampi, è stata Presidente della Commissione Pari opportunità tra uomo e donna presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri fino al settembre 2000. Nel 2003 è stata insignita del titolo di Grande Ufficiale della Repubblica dal Presidente Ciampi.

Dal 2005 al luglio 2009 è stata assessore all'Istruzione, al Diritto allo Studio e alla Formazione della Regione Lazio.

Nel giugno 2009 è stata eletta al Parlamento europeo, nelle liste del Partito democratico. E' stata vicepresidente della Delegazione per le relazioni con l’Iraq del PE, membro della commissione cultura e istruzione e membro sostituto della commissione diritti della donna e uguaglianza di genere e della commissione libertà civili, giustizia e affari interni.

Questa è la sua seconda legislatura come deputato al PE, dove è stata rieletta nel maggio 2014.

 
 .

photo Roberto Gualtieri
Gruppo dell'Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo
Circoscrizione elettorale: Centrale
Partito nazionale: Partito Democratico - PD
Membro della Conferenza dei presidenti di commissione (CPCO)

Commissioni:
ECON Problemi economici e monetari, Presidente
AFET Affari esteri (membro sostituto)
AFCO Affari costituzionali (membro sostituto)

D-AF Delegazione per le relazioni con l'Afghanistan
D-RU Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia (membro sostituto)

Parlement européen
Bât. Altiero Spinelli - 15G206
60, rue Wiertz
B-1047 Bruxelles

+32(0)2 28 45523
+32(0)2 28 49523
roberto.gualtieri@europarl.europa.eu
Sito web
Scheda personale

Nato a Roma nel 1966. Si è impegnato sin dalle origini nella costruzione del Pd, della cui Direzione Nazionale è membro.

E' alla sua seconda legislatura come deputato al Parlamento europeo. nel quinquennio 2009-2014 è stato membro delle commissioni affari costituzionali e problemi economici e monetari, della sottocommissione sicurezza e difesa nonché di alcune delegazioni parlamentari.

Ha negoziato a nome del PE il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell'Unione economica e monetaria (Fiscal Compact); è stato co-relatore per la modifica dell’articolo 136 del Trattato sul Funzionamento dell'UE per l’istituzione del Meccanismo di Stabilità Europeo (il cosiddetto “Fondo salva stati”). In commissione Sicurezza e difesa è stato relatore sullo sviluppo della politica di sicurezza e di difesa comune a seguito dell’entrata in vigore del trattato di Lisbona. E' stato membro del gruppo di lavoro per la riforma dell’Unione economica e monetaria.

Fa parte del "Gruppo Spinelli", che si ispira al progetto di Altiero Spinelli per un'Europa dei cittadini, federale e post-nazionale.

E' professore associato di Storia contemporanea dell’Università di Roma "La Sapienza" e vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci.

 
 .

photo Giovanni La Via
Gruppo del Partito Popolare Europeo (Democratici-Cristiani)
Circoscrizione elettorale: Insulare
Partito nazionale: Nuovo Centrodestra - NCD
Membro della Conferenza dei presidenti di commissione (CPCO)

Commissioni:
ENVI Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Presidente
BUDG Commissione per i bilanci (membro sostituto)

D-ZA Delegazione per le relazioni con il Sudafrica
DMAG Delegazione per le relazioni con i paesi del Maghreb e l'Unione del Maghreb arabo (membro sostituto)

Parlement européen
Bât. Altiero Spinelli - 10E205
60, rue Wiertz
B-1047 Bruxelles

+32(0)2 28 45217
+32(0)2 28 49217
giovanni.lavia@europarl.europa.eu
Sito web
Scheda personale

E' nato a Catania nel 1963. Si è laureato in Scienze Agrarie affiancando agli studi universitari la gestione dell’azienda agricola di famiglia.

Nel 1992 diventa Professore associato di economia e politica agraria presso l’Università degli Studi di Messina; sette anni più tardi viene nominato Professore ordinario all’Università di Catania.

Nel 2006 entra in politica accettando l’incarico di assessore tecnico per l’agricoltura e le foreste della Regione Siciliana.

Nel 2009 è eletto al Parlamento europeo nelle liste del Pdl (PPE). Nel corso della VII legislatura è membro delle commissioni agricoltura e sviluppo rurale, bilanci e della commissione speciale sulle sfide politiche e le risorse di bilancio per un'Unione europea sostenibile dopo il 2013. E' stato relatore della riforma della Politica Agricola Comune (PAC), relatore del bilancio europeo per il 2013 e capo della delegazione italiana del Ppe al PE.

Alla fine del 2013 aderisce al Nuovo Centrodestra (NCD), partito per il quale si candida alle elezioni europee di maggio 2014.