skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Dialogo sociale

Si riconosce anche l'importanza del dialogo tra cittadini, associazioni pubbliche e Istituzioni dell'Unione al fine di rendere il cittadino partecipe delle decisioni europee.

Partendo dal presupposto che la trasparenza e la pubblicità del lavoro facilitano la partecipazione della società civile, le sedute del Consiglio dei Ministri saranno pubbliche, permettendo così ai giornalisti di svolgere per il cittadino la necessaria azione d'informazione.
In materia sociale, il Trattato prevede che il dialogo avvenga attraverso un "Vertice Sociale Trilaterale tra le parti sociali europee e l'Unione, per la crescita e l'occupazione".

Con il Trattato di Lisbona: "L'Unione e gli Stati membri, tenuti presenti i diritti sociali fondamentali, quali quelli definiti nella Carta sociale europea firmata a Torino il 18 ottobre 1961 e nella Carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori del 1989, hanno come obiettivi la promozione dell'occupazione, il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, che consenta la loro parificazione nel progresso, una protezione sociale adeguata, il dialogo sociale, lo sviluppo delle risorse umane atto a consentire un livello occupazionale elevato e duraturo e la lotta contro l'emarginazione". (Politica Sociale art.151 ex articolo 136 del TCE).

Una clausola sociale esige che nel definire e attuare le varie politiche dell'UE, occorra tener conto degli aspetti sociali, quali lo sviluppo di un livello elevato di occupazione e di educazione, la formazione e la protezione della salute umana, la garanzia di un'adeguata protezione sociale e la lotta contro l'esclusione sociale.