skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Presidente del Parlamento europeo

Il Presidente del Parlamento europeo è il rappresentante dell'Istituzione: apre, sospende e chiude le sedute dell'Assemblea plenaria. Inoltre rappresenta il PE nelle relazioni internazionali, cerimonie, atti amministrativi, giudiziari e finanziari. L'attuale Presidente è Martin Schulz.

Martin Schulz, Presidente del Parlamento europeoIl <b>Presidente del Parlamento europeo</b> è il rappresentante dell'Istituzione: apre, sospende e chiude le sedute dell'Assemblea plenaria. Inoltre, rappresenta il Parlamento europeo nelle relazioni internazionali, cerimonie, atti amministrativi, giudiziari e finanziari.
L'attuale Presidente <b>Martin Schulz</b> è stato eletto al suo secondo mandato (non era mai accaduto in precedenza) nella sessione di insediamento del nuovo Parlamento europeo del 1 luglio 2014.
Martin Schulz, Presidente del Parlamento europeo

Martin Schulz è nato il 20 dicembre 1955 a Hehlrath, una piccola città al confine tra Germania, Olanda e Belgio. Dopo il liceo decide di trasformare la sua passione per i libri in una vera professione diventando apprendista libraio. Nel 1982 apre la sua libreria a Würselen, che dirige per i dodici anni successivi.

A  19 anni inizia la sua carriera politica iscrivendosi al Partito social-democratico tedesco. A 31 anni diventa il sindaco più giovane dello stato federale tedesco più abitato, la Renania Settentrionale-Vestfalia. Un posto che manterrà per i successivi undici anni. "In questo periodo ho maturato il mio entusiasmo per l'Europa e la convinzione che contribuire alla costruzione del progetto europeo", ha dichiarato Schulz.

Dal 1994, Martin Schulz è deputato del Parlamento europeo e ha integrato numerose commissioni, compresa la sottocommissione per i diritti dell'uomo e la Commissione per le Libertà civili, giustizia e affari interni. È anche stato a capo della delegazione del gruppo del PSE (Partito socialista europeo) dal 2000 e Vice-Presidente del deputati socialisti.

È conosciuto come un uomo dalle forti convinzioni e che non ha paura di dire quello che pensa. Questo suo lato ha provocato in passato un insulto da parte dell'ex-premier italiano Silvio Berlusconi durante una sessione plenaria a Strasburgo nel 2003.

Nel 2004 è stato eletto come leader del gruppo S&D, una posizione che ha mantenuto fino al giorno della sua elezione come Presidente del Parlamento europeo, il 17 gennaio 2012. Dal 2009 è stato anche rappresentante agli Affari europei per il partito tedesco SPD. La sua azione ha profondamente influenzato la visione pro-europeista del suo partito.

Nonostante sia uno dei volti più noti della politica europea, Schulz ha mantenuto un rapporto molto forte con i suoi elettori. "Per molti anni ho lavorato come sindaco della mia città: ascoltavo i problemi dei cittadini e trovare una risposta era il mio lavoro quotidiano. Questa è ancora una parte molto importante del mio lavoro".

Dopo il primo mandato, Martin Schulz è stato eletto nuovamente Presidente del Parlamento europeo il 1 luglio 2014, all'insediamento del nuovo PE per la sua ottava legislatura.

E nella vita privata... una passione per i libri e per il calcio.
Sua moglie è una paesaggista e hanno due figli. Nel tempo libero coltiva la sua passione per i libri, la storia e il calcio, con una preferenza per la squadra di Colonia, il FC Köln. Tra le sue letture preferite c'è Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa e il lavoro dello scrittore britannico Eric Hobsbawm.

Il discorso d'insediamento