skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

9 Maggio 2016: Festa dell'Europa e apertura della plenaria a Strasburgo.

I deputati dibattono sui negoziati per il programma di assistenza finanziaria alla Grecia, discutono la proposta di riforma delle norme sul diritto d’asilo (norme di Dublino) e su come ripristinare il completo funzionamento dell'area di libero transito di Schengen. Si vota sui nuovi poteri a Europol per combattere il terrorismo e sullo scambio obbligatorio di informazioni fiscali sulle società tra i Paesi UE. Il PE ribadisce la necessità di proteggere l'industria europea da importazioni oggetto di dumping dalla Cina. Etichettatura alimentare: i deputati chiedono l'indicazione del Paese di origine per carne e latte e un sistema di tracciabilità forte contro l'etichettatura errata del pesce I lavori del Parlamento europeo sono trasmessi in diretta streaming.

© European Union 2016 - European Parliament
© European Union 2016 - European Parliament

Nel dibattito di lunedì, i deputati dovrebbero ribadire il loro sostegno all'introduzione obbligatoria del Paese di origine per l'etichettatura di carne e latte. Una risoluzione sarà messa ai voti martedì. Il documento rileva che l'etichettatura obbligatoria, rendendo più trasparente la catena di approvvigionamento alimentare, aiuterebbe a mantenere la fiducia dei consumatori nei prodotti alimentari.

Un sistema di tracciabilità forte per tutti i prodotti ittici venduti nei ristoranti e nei negozi europei per prevenire i casi di errori di etichettatura. A chiederlo, in una risoluzione da discutere lunedì e al voto martedì, è il Parlamento, che sottolinea come una politica comunitaria rigorosa di etichettatura del pesce aumenterebbe la fiducia dei consumatori e lo sviluppo economico del settore della pesca nell'Unione.

Il Parlamento discuterà lo stato dei negoziati sul programma di aggiustamento economico greco martedì alle 15 con il vicepresidente della Commissione europea e Commissario per l'euro e il dialogo sociale, Valdis Dombrovskis, e il Commissario per gli affari economici e monetari, Pierre Moscovici. I deputati che compongono il gruppo di lavoro sull'assistenza finanziaria del Parlamento si erano recati recentemente in Grecia per una missione esplorativa.

La proposta presentata dalla Commissione il 4 maggio per rivedere le norme di Dublino, che determinano quale Stato dell'Unione è responsabile del trattamento di una domanda di asilo, sarà discussa dal Parlamento e dalla Commissione mercoledì pomeriggio durante la sessione plenaria a Strasburgo.

Il Parlamento, il Consiglio e la Commissione discuteranno mercoledì come ripristinare il completo funzionamento dell'area di libero transito di Schengen. Il dibattito si rende necessario a seguito della decisione di alcuni Stati membri che costituiscono il cuore della zona Schengen di reintrodurre controlli alle frontiere o di chiudere temporaneamente i propri confini, in risposta all'arrivo nell'UE di un numero crescente di migranti e richiedenti asilo.

L'agenzia di polizia europea Europol sarà presto in grado di intensificare gli sforzi per combattere il terrorismo, la criminalità informatica e altri reati e rispondere più rapidamente alle minacce, grazie alle nuove regole di governance che saranno votate mercoledì. Con i nuovi poteri arrivano anche forti garanzie sulla protezione dei dati e strumenti di controllo democratico. Dibattito e voto mercoledì.

Sempre mercoledì, i deputati si esprimeranno sulla proposta della Commissione europea per lo scambio automatico delle dichiarazioni fiscali delle società tra le autorità fiscali nazionali.

Se la Cina non soddisferà i cinque criteri stabiliti dall'UE per qualificarsi come un'economia di mercato, l'Unione dovrebbe continuare a imporre dazi anti-dumping e anti-sovvenzioni sulle importazioni oggetto di dumping dopo il dicembre 2016. Lo dovrebbero chiedere i deputati in un progetto di risoluzione che sarà votato giovedì. Nel testo si nota tuttavia che anche l'UE deve rispettare le regole dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e riconoscere la Cina come un partner commerciale strategico.