skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Apertura della plenaria in onore delle vittime di catastrofi

Il Parlamento ha commemorato con un minuto di silenzio le vittime delle calamità naturali avvenute quest'estate, in Grecia e Svezia, e quelle del crollo del ponte a Genova.

In apertura della sessione plenaria lunedì 10 settembre a Strasburgo, il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha ricordato le vittime dei violenti incendi avvenuti in Grecia a luglio, che hanno perso la vita, la casa o sono stati feriti, e i danni ad ambiente ed economia.

Anche la Svezia è stata colpita da incendi causati da un'estate particolarmente calda e siccitosa. “Un’ennesima prova della portata del cambiamento climatico e dei danni provocati dal riscaldamento del pianeta”, ha dichiarato il Presidente, ricordando che gli sforzi delle autorità nazionali sono stati sostenuti dal Meccanismo di protezione civile dell'Unione europea.

Sul crollo del ponte Morandi a Genova il 14 agosto scorso, che ha causato 43 morti e privato centinaia di persone della propria casa, il Presidente del PE si augura che vengano presto accertate le responsabilità della catastrofe e si proceda velocemente alla ricostruzione. Tajani ricorda anche le vittime e i feriti delle inondazioni in Calabria.

L'Unione europea mette a disposizione degli Stati membri risorse destinate alle infrastrutture di importanza europea, oltre ai fondi strutturali e d'investimento a sostegno dello sviluppo. Risorse che possono essere utilizzate per migliorare e mettere in sicurezza le infrastrutture fondamentali.

Tajani ha infine espresso le condoglianze a nome del Parlamento europeo alle famiglie delle vittime di queste catastrofi.

Leggi l'articolo completo
 

Pubblicato 11 settembre 2018