skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Bilancio dell'Ue per il 2019: più fondi per i giovani

Il Parlamento europeo ha votato giovedì 5 luglio a Strasburgo una risoluzione secondo la quale il bilancio dell'Unione europea per il prossimo anno dovrebbe concentrarsi sui giovani, le PMI, il clima.

La risoluzione, che stabilisce le linee guida per i deputati nei negoziati sul bilancio 2019 con i Ministri UE, è stata preparata dal relatore per il bilancio Daniele Viotti (S&D, IT) e approvata con 399 voti favorevoli, 146 voti contrari e 87 astensioni.

Tra gli incrementi richiesti rispetto alla proposta della Commissione, che riflette tuttavia le priorità del Parlamento europeo, quelli per gli interventi a favore dell'occupazione giovanile e del programma Erasmus+, la competitività delle piccole e medie imprese e per il clima.  

Secondo i deputati europei, altre priorità sono la lotta contro il cambiamento climatico, la sicurezza dei cittadini europei e la gestione dei fenomeni migratori.

Il 15 marzo 2018, il Parlamento ha adottato le sue priorità per il bilancio 2019 (gli "orientamenti generali per la preparazione del bilancio 2019”). Il progetto di bilancio dell'UE per il 2019 è stato presentato dalla Commissione il 23 maggio.
Il Consiglio dei Ministri UE presenterà la sua posizione informale nella settimana del 9 luglio e i primi colloqui tra i due rami dell'autorità di bilancio (Parlamento e Consiglio) e la Commissione europea si terranno il 12 luglio. I colloqui riprenderanno poi a settembre, nel tentativo di raggiungere un accordo entro la fine dell'anno.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 9 luglio 2018